Senza assicurazione e con cacciaviti per lo scasso, due nomadi rimandati a Napoli
sabato 29 settembre 2012

Erano in giro con un auto prestata, ma senza assicurazione e con cacciaviti sospetti, forse da utilizzare per scassinare. Così per due nomadi che sia aggiravano tra le strade di Campi Salentina sono scattati i controlli e il foglio di via obbligatorio da parte dei Carabinieri della Aliquota Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri.

Alle 22 del 27 settembre scorso i due, una donna e un uomo di nazionalità serba, sono stati fermati da una pattuglia in via Nino Di Palma. I due occupanti sono risultati privi di documenti. Dopo la foto segnalazione sono stati identificati come cittadini serbi, lei 24enne e lui 17enne, domiciliati presso un campo nomadi di Napoli-Secondigliano, pregiudicati per furto. Alla domanda dei militari sul perché si trovassero in Campi Salentina hanno beffardamente risposto: “Siamo stati a Bari per degli acquisti e dovevamo tornare a Secondigliano. Ci siamo persi”.


L’auto su cui viaggiavano, senza assicurazione, è risultata di proprietà di un italiano di Campobasso, che a suo dire aveva prestato l’auto ai due soggetti identificati, suoi amici. La donna è stata denunciata perché era alla guida senza aver mai conseguito la patente. I due sono stati denunciati anche perché nell’autovettura sono stati recuperati tre cacciaviti di medie dimensioni. I militari nella giornata di oggi hanno proposto il “rimpatrio con foglio di via obbligatorio” per entrambi.