50 indagati per Valle della Cupa, l'operazione che decapitò il clan Sileno
venerdì 28 settembre 2012
Pochi nomi in più rispetto alle 37 ordinanze di custodia cautelare iniziali e 20 giorni di tempo agli indagati per produrre le loro memorie difensive.
Dopo il blitz dello scorso maggio, che decapitò parte della riformata Scu della zona monteronese e non solo, un'operazione denominata appunto Valle della Cupa, nelle scorse ore si sono chiuse le indagini preliminari sui 50 presunti componenti o comunque coinvolti nel sodalizio mafioso capeggiato dal 51 leccese Antonio Sileno. Un gruppo sospettato di gestire per conto del leader, precedentemente già incarcerato, il traffico di sostanze stupefacenti tra la Calabria e la Campania e la Puglia, anche con l'aiuto di Camorra e Ndrangheta.