Copertino - Molfetta, follia ultras allo stadio
lunedì 24 settembre 2012

Sono arrivati al “Guido Vantaggiato” già animati da intenzioni bellicose, i tre tifosi molfettesi arrestati ieri sera al termine del match Copertino-Molfetta valido per il campionato di Eccellenza.

Damiano Sancilio, 21enne, Rosanna Azzollini, 24enne e Vito Tota, 21enne (già conosciuto alle forze dell’ordine) sono stati arrestati dai Carabinieri in flagranza per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e violenza nelle competizioni sportive.

La cronaca di quanto si è svolto fuori dal campo di gioco è mortificante.

Già prima della partita molti dei tifosi giunti da Molfetta in pullman avevano deciso di ignorare qualsiasi tipo di controllo entrando allo stadio scavalcando le recinzioni.

I tre arrestati in particolare si erano mostrati determinati a creare tafferugli e disordini: nel corso dell’incontro di calcio avevano scavalcato il muro perimetrale della struttura sportiva per entrare nel settore spogliatoi del Copertino, inveendo nei confronti dei dipendenti della società sportiva e dei tifosi avversari.

I militari impegnati in servizio erano intervenuti per ripristinare l’ordine, ma i tre non si erano dati per vinti e invece di calmarsi avevano cercato di scagliarsi contro i Carabinieri in servizio: in particolare la donna, Rosanna Azzollini, si era mostrata molto esagitata, tanto da lanciare una bottiglia di birra finita sulle recinzioni campo sportivo.

Ripristinata la calma gli ultras sono stati accompagnati presso i comando dei Carabinieri.

Due militari della Tenenza di Copertino hanno riportato lievi contusioni e traumi.

Dopo  le formalità di rito, gli arrestati sono stati associati alla Casa Circondariale di Lecce.

Per la cronaca il match è terminato 2 a 1 a favore del Molfetta.