Furto a casa del docente leccese, bottino da 150 mila euro
sabato 18 agosto 2012
Una refurtiva equivalente a 150 mila euro. Questo il "colpo" di alcuni ladri ai danni di un professore universitario leccese. Diamanti, argenteria e oggetti di antiquariato portati via dalla cassaforte di casa con l'aiuto di una fiamma ossidrica. I carabinieri stanno cercando di ricostruire i fatti, anche perché la porta d'ingresso della casa del docente risulta essere intatta. Sicuramente i ladri conoscevano gli spostamenti del professore e sapevano che era fuori per le vacanze; la dinamica del furto, infatti, lascia pensare ad un'azione non proprio rapida.