Donna tenta il suicidio lanciandosi nel vuoto
sabato 18 agosto 2012
A Leverano. Salva per miracolo, il volo attutito da una tenda.

Ha tentato di togliersi la vita, per motivazioni poco chiare e al vaglio dei carabinieri.
Una ragazza di trent’anni, di origini nigeriane, residente da tempo a Leverano, si è buttata, nel tardo pomeriggio, dal primo piano di un appartamento.
L’allarme è stato lanciato poco prima delle 19 dalle connazionali della giovane, un nutrito gruppo che condivide un’abitazione sulla via per Carmiano, alla periferia di Leverano.
Un tonfo, la caduta e poi un telone che ha salvato la vita alla straniera.
Nel tragitto verso il suolo infatti, la ragazza ha trovato la tenda che ricopre l’ingresso anteriore di un negozio di fiori, situato proprio sotto alla casa in cui si è consumato il dramma.
Da lì il corpo è scivolato fino a cadere sull’asfalto.
L’impatto è stato forte ma attutito per tempo, un volo breve che ha scongiurato il peggio.
Sul posto pochi istanti dopo sono giunte le ambulanze della croce rossa di Leverano e del pronto soccorso dell’ospedale di Copertino.
La ferita, dopo le prime cure, è stata condotta al vicino nosocomio dov’è tuttora ricoverata. Ha riportato diverse escoriazioni e la sospetta frattura di un piede. Se la caverà.
Indagini sono state avviate dai carabinieri della locale stazione.
Fabiana Pacella

(Ph: Cosimo Ratta)