Il Comune cede l'ex istituto Garibaldi all'Università
venerdì 3 agosto 2012
Scambio di favori tra Enti: l’Amministrazione si scarica i costi di gestione, l’Università ci guadagna una struttura.
Va all’università l’ex istituto Garibaldi di Lecce, struttura nel cuore della città. Va così a segno, dopo anni e anni di dibattito, il progetto fortemente voluto dagli studenti di destinare la struttura inutilizzata dal Comune all’Università del Salento. Già nel 2007, in diversi incontri con l’allora sindaco Poli Bortone, si avanzò l’ipotesi di farne una piccola residenza universitaria, ma allora le condizioni dell’immobile, cui comunque erano stati destinati dei fondi regionali per la ristrutturazione, non permisero il passaggio di consegne dal Comune all’Ateneo.  Nella seduta di consiglio dello scorso 1° agosto, la decisione invece è stata presa: l’edificio andrà all’Università in comodato per quarant’anni, “con oneri ordinari e straordinari ed un canone annuale a carico della stessa”, recita la delibera.
"La proposta è stata favorevolmente accolta da tutti” ha dichiarato il Vice Presidente del Consiglio Paride Mazzotta, “infatti è stata votata all'unanimità dai presenti in aula. E' stata sottolineata così la notevole importanza dell'argomento in questione, poiché si trattava di un bene inutilizzato ed oltremodo oneroso per il mantenimento. Mentre entrerà a far parte degli immobili a disposizione degli studenti, atteso che l'Università potrà impiegarla per spazi dedicati agli stessi attraverso l'organizzazione di eventi culturali e sociali. In un momento di difficoltà come quello attuale, è strategico un rapporto di collaborazione tra le varie Istituzioni locali: con tale approvazione, il Comune si sgrava dagli oneri di mantenimento di un bene inutilizzato che risulta invece utilissimo alla maggior parte degli studenti e della cittadinanza. Così confermando l'attenzione e la lungimiranza dell'amministrazione Comunale verso le esigenze del proprio territorio, dei giovani, del mondo Accademico".