Il Salento ricorda Hickey, con un memorial e una petizione
giovedì 26 luglio 2012

Alla sua figura sono dedicate associazioni e iniziative, ma adesso c'è chi è pronto a chiedere che le istituzioni si diano da fare.

Si tratta di Bernard Hickey, per vent'anni docente alla facoltà di Lingue e Letterature Straniere, punto di riferimento umano e culturale per generazioni di studenti e vera e propria istituzione all'interno dell'ateneo salentino, cui alla sua morte donò oltre settemila volumi. 

Non è un caso che all'interno dell'Università esista ancora anche l'associazione da lui fondata, "Amia", presieduta dal giornalista Angelo Centonze, di cui fa parte anche il docente Giuseppe Schiavone. 
Per molti di coloro che sono passati dall'ateneo leccese è impossibile dimenticare l'umanità e il carisma di quel vecchio professore dalla barba bianca e gli occhi azzurri che aveva portato un po' della sua Australia nella città di Lecce.

E a cinque anni dalla sua morte Lecce ora un gruppo di quelle persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ha deciso di ricordare questo pioniere dell'insegnamento e della formazione anche con un memorial che un che si terrà il prossimo 30 luglio al "Mocambo" di Sternatìa, un luogo simbolo della cultura salentina, da dove sono passati i più grandi scrittori e poeti delle generazioni passate. Il gruppo è informale e riunisce amici, ex studenti e docenti, insomma chiunque lo abbia conosciuto e lo voglia ricordare, anche al di là del momento istituzionale.

L'obiettivo della serata però, che cade proprio nel quinto anniversario della sua scomparsa, è anche quello di sensibilizzare gli enti del territorio con una raccolta di firme per chiedere che la Provincia e il Comune di Lecce valorizzino questa figura e il suo esempio. 
L'appuntamento è alle 20. Dopo l'incontro seguirà la cena.
Per info 338 3317270


Leggi anche:
theitaliantranslator.wordpress.com/2010/12/12/remembering-norman-and-patience-2/