Taglio ai Tribunali: Grande Sud raccoglie le firme
giovedì 5 luglio 2012
L’iniziativa affianca la protesta degli avvocati contro la riforma voluta da Monti.
 
Raccolta di firme questa mattina davanti al Tribunale di  viale De Pietro e in prossimità delle sezioni distaccate del Tribunale di Lecce. Grande Sud chiede così che il Governo si impegni a tener conto delle specificità dei territori del Sud Italia, “non solo evitando un taglio lineare delle sedi giudiziarie nel Mezzogiorno, ma mettendo in atto una politica volta ad assicurare un efficiente lavoro di tali fondamentali presidi di legalità, eliminando nel contempo gli sprechi che nell’Amministrazione della giustizia risultano marcatamente evidenti e facendo un uso più razionale dei fondi di competenza del Ministero di Grazia e Giustizia”.
Grande Sud, hanno dichiarato, “si oppone ai tagli insensati alla Giustizia e chiede che venga posta in essere una vera riforma dalla stessa partendo dalla riduzione dei costi per le intercettazioni telefoniche che incidono per il 40% sul bilancio complessivo del Ministero, peraltro con servizi di noleggio di costosissime apparecchiature affidate senza gara d’appalto; cosa per la quale l’Italia ha una procedura d’infrazione aperta da parte dell’Unione Europea. Il mezzogiorno”, ribadiscono, “ha bisogno dei presidi della legalità”. ?