Di Michele: "Emirati Arabi, Cina, Polonia e poi c'è il Chievo. Lecce, ti voglio ma sbrigati..."
martedì 3 luglio 2012

Sulle pagine rosa della "Gazzetta dello Sport", il bomber del Lecce David Di Michele giura di aspettare i giallorossi, ma ammette di aver ricevuto altre offerte. "Nonostante mi siano arrivati segnali anche da agenti che operano negli Emirati Arabi, in Cina e in Polonia, ho preferito attendere proposte da club italiani. Ho letto dell’interessamento della Reggina e ammetto di aver ricevuto un’offerta dal Chievo.  Sono gratificato dall’attenzione riservatami da questa società di A e dall’allenatore Di Carlo. Pur allettato da qualche proposta, voglio però verificare sino in fondo se c’è l’opportunità di continuare a giocare nel Lecce".

Qualcuno gli aveva dato, un po' frettolosamente, del mercenario. L'attaccante di Guidonia rispedisce al mittente le accuse: "Forse è passato un messaggio errato. Perché, se sono stato  etichettato come “mercenario”, evidentemente circolano notizie infondate su presunte mie richieste. Voglio parlare con i Tesoro, per scoprire anche il loro progetto: poggiando sul gruppo-base e con giusti rinforzi, si potrebbe puntare alla promozione in A. Ho dimostrato di  poter competere ancora a certi livellie conto di ottenere contratto e ingaggio adeguati.  Magari la nuova proprietà vorrà tutelarsi con clausole particolari, per non ritrovarsi con stipendi “impossibili” in caso di retrocessione in Prima divisione. Se non affrontiamo tutti  questi discorsi, il tempo passerà inutilmente. E io, da svincolato, non posso aspettare ancora". 

(fonte: Salentosport.net)