Danni per il maltempo, il Governo mette a disposizione meno di 900mila euro
martedì 3 dicembre 2019

In origine la somma sarebbe dovuta essere intorno ai 2 milioni di euro. Poi ieri la decisione del Consiglio dei ministri.

Delusione per le amministrazioni salentine che si aspettavano un aiuto maggiore da parte del Governo dopo le devastazioni del maltempo avvenute a fine novembre.

Il Consiglio dei ministri, infatti, allo scopo di consentire alle 12 regioni colpite dal maltempo, di far fronte agli interventi più urgenti, è stato previsto un primo stanziamento di 100 milioni di euro, così ripartiti: Abruzzo 1.685.410,82 euro; Basilicata 48.977,78 euro; Calabria 666.163,21 euro; Campania 2.357.094,62 euro; Emilia Romagna 24.438.027,72 euro; Friuli Venezia Giulia 932.628,50 euro; Liguria 39.950.673,95 euro; Marche 156.786,97 euro; Piemonte 19.634.880,93 euro; Puglia 897.848,95 euro; Toscana 5.294.037,86 euro; Veneto 3.937.468,69 euro.

Tra i 60 comuni pugliesi a cui saranno destinate le risorse anche Altamura, Taranto, Maruggio, Gallipoli Porto Cesareo, Taviano, Nardò, Calimera, Ruffano, Corigliano.

Come previsto dalla normativa, saranno successivamente stanziate ulteriori risorse per l’attivazione di prime misure economiche di immediato sostegno al tessuto economico e sociale e alla ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate.

Ad assicurare uno stanziamento maggiore, circa 2 milioni di euro, era stato il Ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia.