Inzuccata vincente di La Mantia, il Lecce sbanca Firenze: viola piegati 1 a 0
sabato 30 novembre 2019

Firenze – Il Lecce sbanca l'Artemio Franchi di Firenze con l'inzuccata vincente di La Mantia nel secondo tempo. Per la squadra di Liverani, una gara tutta cuore, in cui ha saputo soffrire e punire con cinismo un avversario a tratti presuntuoso. Per il Lecce tre passi in avanti verso la salvezza.

Fiorentina padrona del gioco in avvio, prova il primo squillo al 4 minuto con un potente rasoterra dalla distanza di Milenkovic, Gabriel devia in angolo. Lecce in difficoltà, costretto a difendersi basso. Al 10' formazione viola ancora pericolosa con il diagonale di Lirola, di poco a lato. Nella prima mezz'ora di gara molta Fiorentina, poco Lecce. La squadra di Liverani, soffre il ritmo imposto dai padroni di casa e non riesce a rendersi pericolosa in avanti. Il solo Farias ci prova con un paio di conclusioni dalla distanza, facili preda dell'estremo difensore viola. Al 38' nuova chance gigliata con Dalbert che di testa sfiora la rete e mette i brividi al portiere giallorosso. Il Lecce regge l'urto e la prima frazione di tempo va in archivio con l'infortunio di Ribery.

Nel secondo tempo, Liverani ripropone gli stessi undici, mentre Montella sceglie Boateng al posto del francese infortunato. Il Lecce gioca con un altro piglio e al 49' passa in vantaggio con La Mantia: Farias serve Shakhov, che in allungo gira al centro per l'attaccante salentino, abile in tuffo ad anticipare l'avversario e insaccare di testa.

La reazione viola è veemente, ma Gabriel con un grande intervento si oppone a Vlahovic e salva il vantaggio. La sfida tra i due si ripropone al 54' ed è sempre il portiere giallorosso protagonista. Sul corner seguente Milenkovic di testa manda a lato. La gara è viva. I salentini in fiducia, coprono gli spazi e si affidano alla freschezza offensiva di Babacar. Al 69' episodio dubbio in area viola: scontro tra Shakhov-Dalbert, la Var non interviene mentre l'arbitro fischia fallo in favore del difensore. La Fiorentina aumenta il forcing offensivo, il Lecce serra le fila e risponde con l'ingresso in campo del laterale Vera al posto di La Mantia. Lucioni e compagni lottano su ogni pallone. All'88 il Lecce ha la possibilità di raddoppiare, Babacar ruba palla a Ceccherini e si presenta solo davanti al portiere ma calcia debolmente. I minuti di recupero sono quattro. I giallorossi, con grinta e cuore, coprono ogni varco e conquistano il meritato successo.

FIORENTINA – LECCE 0 a 1

Fiorentina: Dragowski, Milencovic, Ceccherini, Caceres, Lirola (55' Ghezzal), Castrovilli, Badelj (72' Pedro), Pulgar, Dalbert, Ribery (46' Boateng), Vlahovic. A disposizione: Terracciano, Terzic, Ranieri, Venuti, Ghezzal, Benassi, Zurkowski, Sottil, Boateng, Cristoforo, Pedro. Allenatore: Montella

Lecce: Gabriel, Rispoli, Calderoni, Rossettini, Lucioni, Petriccione, Tachtsidis, Tabanelli, Shakhov, Farias (56' Babacar), La Mantia (77' Vera). A disposizione: Vigorito, Bleve, Benzar, Dell'Orco, Meccariello, Riccardi, Vera, Imbula, Lo Faso, Dubickas, Babacar. Allenatore: Liverani

Arbitro: Piccinini di Forlì, assistenti: Carbone di Napoli e Villa di Rimini, IV ufficiale: Minelli di Varese, VAR: Calvarese di Teramo.

Marcatori: 49' La Mantia (L)

Ammoniti: 29' Rispoli, 59' Petriccione, 66' Castrovilli, 68' Rossettini

Andrea Tafuro