Interventi a tutela della fascia costiera, chiesto incontro con Autorità di Bacino
martedì 26 novembre 2019

La richiesta del Comune di Porto Cesareo con l’Area marina protetta dopo i danni del maltempo.

Un incontro per poter valutare la possibilità di realizzazione degli interventi di ripascimento delle spiagge, dopo i danni causati dal maltempo del 12-13 novembre scorsi e partendo dal progetto di monitoraggio e cura dell’erosione costiera avviato da tempo. L’amministrazione comunale di Porto Cesareo con l’Area Marina Protetta, scrive agli assessori regionali al Demanio e ai Trasporti, e al presidente dell’Autorità di Bacino per affrontare la delicata problematica che riguarda la fascia costiera, partendo dall’attività già svolta in tal senso.

“Per il completamento delle azioni previste nel documento programmatico per il contrasto dei fenomeni erosivi nell’Area Marina Protetta Porto Cesareo attuato nel 2016 – spiega il sindaco di Porto Cesareo, Salvatore Albano -, un incontro è quanto mai necessario, tanto più dopo l’ondata di maltempo delle scorse settimane. Risulta ancora da realizzare un intervento finalizzato al ripascimento dei tratti di costa soggetti ad erosione, anche in virtù dello studio condotto con il Conisma (Consorzio interuniversitario delle scienze del mare) in cui sono stati individuati banchi di sabbia off-shore compatibili con la sabbia del nostro litorale”.

Il documento programmatico redatto, ha consentito ad oggi di attuare i seguenti interventi: Chiusura dei varchi e delle intersezioni tra strade urbane e spiaggia emersa, (opportunamente mappati e georeferiti), attraverso cui avviene la dispersione della sabbia; Smorzamento delle correnti a mare mediante barriere soffolte antierosive; Ricostruzione del cordone dunale mediante opere di ingegneria naturalistica.

Tali opere sono finalizzate alla conservazione del contesto esistente ed alla mitigazione di quei fenomeni che sottraggono sedimento al "sistema spiaggia" attraverso un riequilibrio dei processi operanti che deriva anche dalla ricostruzione di alcuni ambienti che compongono il sistema, distrutti o molto degradati.