Violenza di genere, nell'ultimo anno 38 arresti nel Salento e numerosi casi registrati
martedì 26 novembre 2019

Sono numerosissimi gli interventi svolti da parte del comando provinciale dei carabinieri di Lecce nell’ambito della legge del 19 luglio 2019, n. 69, conosciuta come “codice rosso”, ovvero nella prevenzione e repressione dei numerosi casi di violenza di genere sul territorio.

Questi i risultati conseguiti: 30 le misure cautelari coercitive emesse dal gip (allontanamento dalla casa familiare ex o di divieto avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla parte offesa) nei confronti di individui per i loro comportamenti vessatori, minacciosi e violenti nei confronti delle mogli o conviventi, prevalentemente per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali o atti persecutori.

122, invece, gli individui denunciati a piede libero per gli stessi reati e che, per la minor gravità della condotta, non sono stati colpiti da alcuna misura; 38 gli arresti in flagranza di reato, che hanno consentito la cessazione immediata della condotta violenta e vessatoria grazie all’intervento tempestivo dei carabinieri. Sono infine 44 le misure cautelari (custodia cautelare in carcere o arresti domiciliari) per gli stessi reati di violenza nei confronti di donne che hanno avuto il coraggio di denunciare i maltrattamenti subiti ad opera dell’ex marito o ex convivente e che, rivolgendosi presso un presidio dell’Arma, a seguito di indagini di quei militari, hanno effettivamente posto fine al dramma che stavano vivendo.

In occasione della ricorrenza della “giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, il Comando della Legione carabinieri “Puglia” ha organizzato per il 25 novembre in bari, presso l’aula magna del liceo scientifico statale “Enrico Fermi”, un incontro sull’argomento, nel corso del quale sono stati presentati 5 cortometraggi, realizzati da studenti di scuola media superiore di alcuni istituti scolastici rappresentativi delle varie province pugliesi, nell’ambito delle iniziative per la diffusione della cultura della legalità.

All’evento è intervenuto il comandante della legione carabinieri puglia, generale Alfonso Manzo. Il cortometraggio realizzato dal comando provinciale di Lecce e dal liceo scientifico “Da Vinci” di Maglie è stato il più applaudito dal pubblico presente all’evento ed ha riscosso molto successo per la tematica affrontata ed il messaggio che ha inteso lanciare in occasione della particolare giornata in linea con quanto pubblicato dalla stampa in questi giorni e che vede mezzo milione di bambini testimoni in casa di violenze. Il video verrà proposto nei prossimi mesi in occasione dei futuri incontri che l’arma dei carabinieri terrà presso gli istituti scolastici interessati dalle iniziative sulla cultura della legalità. Inoltre da ieri il comando provinciale dei carabinieri di Lecce, nell’ambito dell’iniziativa di “Soroptimist international d’Italia”, sarà illuminata di arancione per 10 giorni, nell’ambito della campagna “Orange the world to stop violence against women”.