Il colonnello Paolo Dembech alla guida del Comando Provinciale, oggi il saluto ufficiale
mercoledì 11 settembre 2019
Originario di Treviso, ha alle spalle una lunga esperienza operativa.   

Torna nel Salento dopo 23 anni in veste di nuovo comandante Provinciale dei carabinieri: il colonnello Paolo Dembech ha preso servizio due giorni prendendo il posto del predecessore Colonnello Giampaolo Zanchi. Dembech, 46 anni originario di Treviso, ha frequentato l’Accademia Militare di Modena e, successivamente la Scuola Ufficiali Carabinieri, dal 1993 al 1998, al termine dei quali viene destinato alla Scuola Allievi Carabinieri di Campobasso quale Comandante di Plotone, ove permane fino all’autunno del 2000.

Nei 6 anni successivi è al servizio in Campania dove ricopre gli incarichi di Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino, Comandante della Compagnia di Mirabella Eclano (AV) e infine rientra nel capoluogo irpino alla guida della locale Compagnia.

Tra il 2005 al 2007 è a Messina, presso il Comando Interregionale Carabinieri “Qualcualber”, con competenza sulla Calabria e sulla Sicilia, in seno al quale assolve il duplice incarico di Addetto all’Ufficio Ordinamento e Operazioni e Aiutante di Campo del Comandante Interregionale. Trasferito, nell’ottobre 2007, all’Ufficio Addestramento e Regolamenti del Comando Generale, vi presta servizio per tre anni, al termine dei quali, nel 2010, fa ritorno alla linea territoriale dell’Arma per assumere il comando della Compagnia Carabinieri di Bracciano, incarico retto per un quadriennio. Successivamente, al termine del Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze, frequentato nel 2015, è richiamato al Comando Generale dell’Arma, quale Capo Sezione dell’Ufficio Ordinamento. Infine dal 2016 al 2019 ricopre l’incarico di Capo della Sezione “Impiego delle forze e legislazione penale” dell’Ufficio Legislativo del Ministro della Difesa. Laureato in Giurisprudenza, Scienze della Sicurezza e Scienze Politiche, è abilitato all’esercizio della professione di avvocato e decorato di Medaglia d’Argento al Valor Civile.

Contestualmente sono stati presentati anche il nuovo comandante del Norm di Lecce, Umberto Cerracchio, il capitano Massimiliano Cosentini che guiderà la Compagnia di Casarano e il maggiore Francesco Mandia, che prende il posto del Maggiore Paolo Nichilo alla guida del Nucleo investigativo del reparto operativo   

Nel saluto ai giornalisti ha voluto ricordare la sua esperienza a Lecce nel 1996: “Ho conservato un buon ricordo, erano gli anni degli sbarchi di migranti e dei maxiprocessi Scu: situazioni difficili ormai lontane anche se abbassare la guardia è un errore da non fare mai”.