Infermieri nelle Asl, Trevisi: "Avviare procedure di mobilità per assumere nuovo personale"
sabato 15 giugno 2019

Il consigliere regionale del M5S ha incontrato una delegazione di infermieri al “Vito Fazzi” e annuncia un’interrogazione indirizzata a Emiliano.

“L’assessore alla Sanità Emiliano avvii le procedure di mobilità regionale ed extraregionale, mediante pubblicazione del relativo avviso, per l’assunzione di personale infermieristico nelle Asl pugliesi. L’erogazione di livelli essenziali di assistenza deve essere sempre garantita e l’assessore dovrebbe lavorare nell’ottica di limitare il precariato nelle Asl”: è questa la richiesta del consigliere regionale del M5S, Antonio Trevisi, che ha incontrato una delegazione di infermieri al Vito Fazzi di Lecce e presenterà un’interrogazione indirizzata al presidente Emiliano.

L’articolo 30 del DL del 30 marzo 2001, n. 165 prevede che le amministrazioni possano ricoprire posti vacanti in organico mediante passaggio diretto di dipendenti che facciano domanda di trasferimento, appartenenti a una qualifica corrispondente e in servizio presso altre amministrazioni, previo assenso dell'amministrazione di appartenenza.

“La legge è chiara in materia di mobilità - incalza il pentastellato - e lo stesso articolo al comma 2 - bis sottolinea che ‘prima di procedere con un concorso per coprire eventuali posti vacanti in organico, debbano essere avviate le procedure di mobilità provvedendo, in via prioritaria, all'immissione in ruolo dei dipendenti, provenienti da altre amministrazioni, in posizione di comando o di fuori ruolo, appartenenti alla stessa area funzionale’. La mobilità - spiega Trevisi - oltre a limitare il precariato è anche una garanzia di risparmio per la Regione, rispetto a quanto costerebbe indire un nuovo concorso. Emiliano - conclude - deve con urgenza avviare queste procedure”.