Tra i cespugli del terreno abbandonato panetti di hashish e materiale esplosivo
domenica 14 aprile 2019

Controllo dei carabinieri in un terreno abbandonato che ha permesso di rinvenire 1,3 kg di sostanza gommosa con potere esplosivo, poi fatta brillare in una cava, e ben 11 panetti di hashish del peso di più di un chilo.

Droga e materiale esplosivo tra i cespugli di un terreno abbandonato: è quanto rinvenuto, in uno specifico controllo dei carabinieri di Fasano e del Nucleo cinofili, in un servizio di controllo a Savelletri, grazie alla sensibilità del cane Jarno.

Nelle adiacenze di un arbusto, celato tra la vegetazione è stato rinvenuto un sacco di plastica di colore nero, di quelli utilizzati per la spazzatura, al cui interno vi erano custoditi ben 11 panetti di hashish, alcuni perfettamente sigillati, del peso complessivo di 1,1 Kg riportanti ciascuno un codice alfanumerico. Nel prosieguo delle attività, è stato ritrovato sempre celato nella vegetazione un involucro di forma sferica, accuratamente sigillato con vari strati di nastro adesivo e contenente una sostanza gommosa di colore grigio.

Sono stati, quindi, attivati i carabinieri Artificieri di Taranto, che riscontravano come si trattasse di sostanza con potere esplosivo e pertanto tutta l’area è stata immediatamente posta in sicurezza. Si è proceduto al trasferimento, con tutte le cautele del caso, della sostanza in una cava dove è stata fatta brillare, facendo confluire sul posto anche personale dei Vigili del Fuoco e del 118.

Sono in corso approfondimenti investigativi al fine di accertare i luoghi di provenienza dello stupefacente e dell’esplosivo, del quale sono stati fatti gli opportuni campionamenti per gli esami chimico-fisici al fine di stabilirne l’esatta natura, nonché se la stessa tipologia di sostanza sia stata utilizzata per la commissione di qualche evento delittuoso. Nessuna ipotesi investigativa allo stato attuale viene tralasciata.