Meloni a Lecce per Congedo: "Con lui il centrodestra vincerà le amministrative"
lunedì 11 marzo 2019

La leader di Fratelli d’Italia si è detta convinta che il candidato alle primarie sia il profilo giusto per riportare il centrodestra al governo di Lecce.

“Saverio Congedo è il candidato giusto per vincere le primarie e le amministrative”: parola di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, arrivata a Lecce nel pomeriggio per sostenere il consigliere regionale del suo partito che corre alle primarie del centrodestra locale, che si terranno il prossimo 17 marzo.

Per la Meloni, Congedo unisce nella sua persona le doti necessarie a un politico e un amministratore, ovvero “serietà, competenza, dedizione, onestà e umanità”: a queste caratteristiche si aggiungerebbe la sua “conoscenza della città e delle sue esigenze”. “Chi dice che tutti i politici sono corrotti, ammette che lo sarebbe tutta la società perché in fondo la politica è specchio della società: ma siccome io sono convinta che non tutti i politici siano corrotti, è necessario sostenere quelli bravi e onesti come Saverio”.

Sul palco di porta San Biagio, ci sono tutti i leader principali di Fratelli d’Italia e Direzione Italia. Nei singoli interventi che aprono l’appuntamento coi cittadini e sostenitori, la convinzione è che le primarie siano lo strumento necessario per ricompattare la coalizione e che, come in altre esperienze similari, abbiano garantito partecipazione e successo al centrodestra.

Quando tocca a Congedo, il consigliere regionale ringrazia la propria leader e ripercorre in breve alcuni dei temi strategici della sua campagna elettorale, dalla sicurezza al decoro urbano, passando per le polemiche d’attualità su estimi catastali e passi carrai, per evidenziare come la giunta di Salvemini in 18 mesi di amministrazione si sia dimostrata “inconcludente” e “anonima”. Per questo, servirebbe, a suo dire, un cambio di passo.

La Meloni saluta i presenti e precisa di aver voluto essere a Lecce non solo per il legame con la città ma soprattutto per sostenere un candidato che è espressione di competenza: “Con lui il centrodestra, che ha già dimostrato in questa città di saper amministrare bene, tornerà alla guida di Lecce”.

Poi c’è spazio per i temi nazionali cari a Fratelli d’Italia, con una serie di riferimenti alle esperienze amministrative, portate avanti dai propri sindaci e che starebbero portando risultati importanti in materia di sicurezza, di politiche sociali, culturali e familiari. Ha, quindi, spiegato di aver visitato il paesaggio spettrale colpito dalla xylella, lanciando accuse al governo regionale, “incapace di trovare soluzioni”. Ha rivendicato, infine, la coerenza del proprio partito: “Siamo gli unici monogami, che non abbiamo fatto come detto alleanze né con la sinistra né con i Cinque stelle”. 

M.B.