Alloggi popolari in cambio di voti, resta ai domiciliari l'ex assessore Attilio Monosi
lunedì 11 marzo 2019

Respinta l’istanza presentata dagli avvocati difensori dell’ex assessore al Bilancio del Comune.

Resta ai domiciliari Attilio Monosi, già assessore al Bilancio del Comune di Lecce, coinvolto nell’inchiesta sugli alloggi popolari in cambio di voti. L’accusa nei suoi confronti è quella di associazione a delinquere finalizzata a una serie di reati (corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio, corruzione elettorale, tentata concussione, abuso di ufficio e falso) contro la pubblica amministrazione.

Respinta l’istanza, presentata dagli avvocati Riccardo Giannuzzi e Luigi Covella dal gip Edoardo D'Ambrosio e che si poggiava alla recente ordinanza della Corte di Cassazione che aveva annullato l'arresto dell’ex assessore con rinvio al Riesame per una nuova valutazione.