Recinzione, scalinata e murature interne realizzate senza permesso: nei guai 73enne
venerdì 1 marzo 2019

Denunciato il proprietario per la realizzazione di opere senza valido permesso e in difformità con l’autorizzazione paesaggistica.

Murature di recinzione, una scalinata e murature interne, realizzate in assenza di un valido permesso di costruire e in difformità con l’autorizzazione paesaggistica, per di più in zona dichiarata area di notevole interesse pubblico e territorio costiero, in quanto limitrofa alla linea di costa: finisce nei guai un 73enne di Morciano di Leuca, all’esito di un controllo da parte dei carabinieri della Forestale di Tricase, a Patù, in località “Macchia Romano”. Per l’uomo è scattata la denuncia.

 

A Casarano, è stata arrestata una 41enne del posto, Elisabetta Vitali, per il rigetto dell’istanza di affidamento in prova ai servizi sociali per i reati di violazione di sigilli e abusivismo edilizio, avvenuti nel 2010. La donna dovrà scontare tre anni e dieci mesi di reclusione ai domiciliari.