Nel nome di Carmelo Bene, a Copertino “Odimi. A boccaperta!”
mercoledì 7 novembre 2018
Il 10 novembre, alle 17,  itinerario beniano fra San Giuseppe da Copertino e il film Manfred.

L’Assessorato ai Beni e alle Attività Culturali della Città di Copertino e il Centro Studi Carmelo Bene organizzano Odimi, a boccaperta!, che si terrà il 10 novembre presso Piazza del Popolo a Copertino. L’iniziativa rientra nel percorso di ricerca che il Centro Studi ha avviato sull’opera complessiva di Carmelo Bene.

Ecco il programma:

17.00 - Raduno in Piazza del Popolo e inizio dell’Itinerario beniano, a cura di Simone Franco e Salvatore Dinoi, che prevede le seguenti tappe: 1. Santuario di San Giuseppe (casa del padre), 2. Chiesa della Iconella, 3. Convento di San Francesco. Ogni tappa prevede l’illustrazione del luogo scelto e una lettura tratta dai romanzi A boccaperta e Nostra Signora dei Turchi.
18.00 - Arrivo alla Chiesa delle Clarisse: saluti di Sandrina Schito (Sindaco di Copertino), Cosimo Lupo (Assessore alla Cultura), Stefano Cristante (Presidente del Centro Studi Carmelo Bene), Padre Salvatore (Frate Guardiano del Santuario).

A seguire due approfondimenti su Carmelo Bene:
Antonio Lucio Giannone (docente di Letteratura italiana Contemporanea, Università del Salento): San Giuseppe da Copertino nelle opere di Carmelo Bene e di Vittorio Bodini.
Rino Maenza (produttore e collaboratore di Carmelo Bene): Manfred (1978), l’ultimo film (inedito) di Carmelo Bene.
19.00 - Proiezione del film Manfred di Carmelo Bene 

Il film
Una rarità ritrovata in occasione dell’ottantesimo anniversario della nascita del genio salentino. Il film, prodotto dalla RAI nel 1978, è rimasto “archiviato” nelle sue teche e trasmesso una sola volta da Rai International nell’ottobre 1983. E’ una produzione realizzata con la collaborazione fra la Rai e il Teatro Comunale di Bologna che ne è stato anche il set di produzione in un allestimento teatrale originale ideato da Carmelo Bene con anche la sua regia cinematografica. Si tratta di uno straordinario “melologo”, un genere che unisce musica e parlato, con la meravigliosa partitura di Schumann eseguita dall’orchestra e dal coro del Teatro Comunale di Bologna per la direzione di Piero Bellugi. A dar voce al dramma di Byron sono la affascinante voce recitante di Lydia Mancinelli e la superba, unica ed insuperabile voce concertante di Carmelo Bene.

Si è trattato di una produzione sperimentale, una prova generale di un Concerto sinfonico che Carmelo avrebbe rappresentato nei maggiori teatri lirico-sinfonici italiani conquistando nel 1980 il palcoscenico del Piermarini, ovvero il teatro Alla Scala di Milano. In quella tre giorni di rappresentazioni dal 29 settembre al 1 ottobre il Manfred fu registrato dal vivo per una produzione discografica di Rino Maenza, distribuito dalla Fonic Cetra.

Il centro studi Carmelo Bene, fondato nel febbraio del 2018 dal sociologo Stefano Cristante, dallo studioso di letteratura Simone Giorgino e dal regista e attore Simone Franco, è dedicato al più importante artista pugliese del Novecento, la cui opera di attore, scrittore, drammaturgo e cineasta costituisce un patrimonio di straordinaria importanza per la storia culturale, teatrale e letteraria del secolo scorso.

Il Centro Studi si propone di diffondere e rileggere la produzione teatrale, cinematografica e letteraria di Carmelo Bene e di esplorare in profondità i suoi rapporti con i principali fermenti artistico-letterari del Novecento europeo, a partire dallo studio dei rapporti fra questo straordinario artista e la sua terra d’origine; e si propone, inoltre, di fornire anche ai più giovani e ai non specialisti gli strumenti necessari per una consapevole riscoperta della propria identità culturale.