Ripescaggi in B, il Tar accoglie il ricorso della Ternana. Si rischia ritorno a 22 squadre
mercoledì 24 ottobre 2018

Nuova clamorosa evoluzione nel caos del campionato di Serie B: dopo la sentenza del Tar del Lazio, possibile reintegro delle squadre escluse.

È clamorosa la sentenza della prima sezione ter del Tar del Lazio, che ha accolto il ricorso della Ternana contro la modifica delle norme Noif che avevano comportato la riduzione da 22 a 19 squadre del format della Serie B e bloccato i ripescaggi: una svolta, che, infatti, rischia concretamente di riaprire il caos nella serie cadetta e riportarla nuovamente a 22 squadre, mentre il campionato è in pieno svolgimento.  

In adesione del ricorso del club umbro al Tar sono andati a giudizio anche Siena, Novara e Pro Vercelli. La sentenza è stata la prima dopo il decreto legge promosso dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Giorgetti che ha spostato tutti i contenziosi sportivi al tribunale amministrativo.

Ora la Figc è chiamata a disporre il reintegro in B degli umbri che hanno già disputato cinque gare nel campionato di Serie C. Con altre due distinte ordinanze cautelari, il Tar ha poi disposto la riesamina da parte degli organismi sportivi competenti anche delle posizioni di Novara e Pro Vercelli, accogliendo la "domanda di sospensione di tutti i provvedimenti impugnati, con conseguente obbligo, per le autorità competenti, di riesaminare gli stessi, sulla base della corretta applicazione del quadro normativo di riferimento".

Ora l’udienza di merito sarà fissata il prossimo 26 marzo.