Lecce, non basta Tabanelli. Il Palermo espugna il "Via Del Mare" e scavalca i giallorossi
domenica 21 ottobre 2018

I salentini sconfitti in casa dalla squadra siciliana: decisivi i gol di Nestorovski e Puscas.

Primo ko casalingo per il Lecce di Fabio Liverani, battuto per 1-2 dal Palermo dell’ex Stellone. Ai giallorossi non basta la prova superba di Tabanelli, a causa di una netta flessione a metà ripresa che favorisce la qualità degli ospiti a salire in cattedra. I salentini perdono così una grande occasione per mantenere una posizione sul podio della classifica, scivolando al quinto posto.

Mister Liverani schiera il suo Lecce con il 4-3-1-2 con Mancosu trequartista, complice l’ulteriore defezione di Falco. Risponde il Palermo con un più accorto 3-4-1-2 che vede in Moreo e Nestorovski i terminali offensivi di Stellone. A inizio gara sono i giallorossi i più vivaci, al tiro da fuori al quarto con Calderoni e al settimo con Mancosu: in entrambi i casi le conclusioni sono nettamente alte. Occasionissima di marca salentina al quarto d’ora: da calcio d’angolo Marino anticipa tutti, sfiorando l’incrocio dei pali a Brignoli battuto. I rosanero si vedono a cavallo del ventesimo minuto, quando Nestorovski da fuori impegna Vigorito, il quale blocca senza problemi. L’avanzata sicula porta al vantaggio ospite firmato proprio da Nestorovski al ventottesimo: la ripartenza di Moreo è fermata da Meccariello, ma sulla palla si avventa il macedone che dal limite buca Vigorito. La reazione del Lecce è veemente. Cinque minuti e La Mantia si vede chiudere da Brignoli la strada del pari su un diagonale a botta sicura. Il pari è servito al 37′, quando Tabanelli gira in rete dal limite la palla alta respinta dalla difesa e va in gol con un gran destro volante. Ancora Brigonoli decisivo due minuti dopo su Calderoni, autore di un diagonale mancino potente e angolato. Nel finale il Lecce pressa ma il Palermo resiste, e le due squadre scendono negli spogliatoi sul punteggio di parità.

Nel secondo tempo sono ancora i giallorossi i primi a provarci. All’ottavo cross di Calderoni perfetto per la testa di La Mantia, che viene sbilanciato al momento di impattare e gira fuori. Si rivede il Palermo all’undicesimo, con un’azione simile a quella del gol orchestrata stavolta da Falletti, che fa tutto solo, vince un rimpallo con Meccariello e calcia alto di poco. Al ventesimo si rivedono i salentini con uno scatenato Calderoni che, servito da Mancosu, manca la porta con un mancino al volo a metà tra il tiro e il cross. Dopo un buon avvio di ripresa, il Lecce cala vistosamente ed appare in completa balia del Palermo. Questo porta, a cinque dal novantesimo, al vantaggio rosanero, giunto su una giocata di Trajkovski in piena area di rigore avversaria che favorisce l’inserimento del neo entrato Puscas, che ribadisce a porta vuota. Finalmente i giallorossi si svegliano e reagiscono, sfiorando il pari due minuti dopo con Pettinari, che prima in diagonale si vede respingere in corner la conclusione da Brignoli e poi, sul corner seguente, di testa devia sul fondo. Tabanelli al tiro da fuori al novantesimo: palla fuori di poco. L’occasionissima per il pareggio arriva ancora al novantatreesimo, quando ancora Pettinari impatta bene il cross di Calderoni ma Brignoli para attento. Nulla da fare, per il Lecce è il primo ko casalingo.

I giallorossi torneranno in campo sabato prossimo sul campo del Foggia.

 

TABELLINO

Lecce, stadio “Via del Mare”

domenica 21 ottobre 2018, ore 21

Serie BKT 2018/19 – 8a giornata

LECCE-PALERMO 1-2

RETI: 28’pt Nestorovski (P), 37’pt Tabanelli (L), 40’st Puscas (P)

—FINALE —

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Meccariello, Marino, Calderoni; Tabanelli, Petriccione, Scavone (45’st Dubickas); Mancosu (40’st Haye); La Mantia (40’st Pettinari), Palombi. A disp: Bleve, Cosenza, Arrigoni, Lepore, Torromino, Dubickas, Tsonev, Fiamozzi, Armellino. Allenatore: Liverani

PALERMO (3-4-1-2): Brignoli; Bellusci, Rajkovic, Struna; Rispoli (37’st Puscas), Jajalo, Murawski, Mazzotta (18’st Aleesami); Falletti; Moreo (26’st Trajkovski), Nestorovski. A disp: Avogadri, Pomini, Accardi, Salvi, Fiordilino, Szyminski, Pirrello, Haas. Allenatore: Stellone

ARBITRO: Manuel Volpi di Arezzo (Lombardi-Colarossi; IV Marinelli).

NOTE: Serata mite e umida, temperatura 18°, terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti: La Mantia (L), Mazzotta, Jajalo (P). Espulsi:. Recupero: o’pt, 4’st.

 

 

Fonte: Salentosport.net