I giallorossi tornano a invadere Verona: settore ospiti pieno sei anni dopo il Chievo
giovedì 4 ottobre 2018

Ancora due giorni di vendita e tagliandi già a quota 650 su un totale di poco più di mille. La Mantia: "Veniamo da un ottimo momento".

Maggio 2012, il Lecce di Serse Cosmi, appena retrocesso sul campo anche a causa della sconfitta subita sul campo in casa del Chievo Verona, si reca in lacrime sotto il settore ospiti dello stadio Bentegodi per raccogliere gli applausi dei tifosi commossi dall’encomiabile attaccamento alla maglia e impegno palesato dai giallorossi. Era l’ultimo Lecce di Serie A, nonché quello immediatamente precedente l’inferno della Serie C a cui solo pochi mesi fa i ragazzi di mister Fabio Liverani sono riusciti a mettere fine. Quasi come a chiudere il cerchio, Lepore e compagni torneranno venerdì in quello stadio, avversario l’altro club di Verona, l’Hellas, ritrovando non la categoria ma comunque un settore ospiti degno di categorie superiori.

Ad oggi infatti già 650 dei poco più di 1000 biglietti messi a disposizione dalla società scaligera per i supporter salentini sono andati volatilizzati, e il dato è destinato ad aumentare ancora da qui a venerdì sera, quando gialloblù e giallorossi scenderanno sul terreno di gioco a fronteggiarsi. Una gara che si preannuncia ostica, combattuta e spettacolare, ma c’è già la certezza che il Lecce darà il suo contributo allo show sugli spalti.

E’ ottimista sullo stato di forma della squadra l’attaccante Andrea La Mantia: “Sono contento di aver trovato minuti ed anche il gol in queste ultime partite. Sono soddisfatto delle mie prestazioni anche se bisogna sempre far meglio e migliorare. Dal punto di vista della condizione atletica sto crescendo. E’ normale che un singolo si deve adattare al modo di giocare della squadra. Nel mio caso se gioco da prima punta da solo sono più in area di rigore avversaria, mentre se giochiamo con due punte e il trequartista bisogna sacrificarsi e non pensare solo al gol. Il bilancio di queste tre gare in sette giorni è ottimo. Fare sette punti in tre partite è molto buono, certo per come si era messa l’ultima sfida con il Cittadella dispiace non essere riusciti a portare a casa i tre punti”. 

Salentosport