Festa Lecce: rimonta sul Venezia e conquista la prima vittoria in B
sabato 22 settembre 2018

Palombi fa esplodere di gioia il “Via del Mare”. Rimonta sul Venezia, il Lecce c’è.

Dopo oltre otto anni dall’ultima volta, il Lecce torna a vincere in Serie B superando in rimonta il Venezia per 2-1 e andando a conquistare la prima vittoria stagionale. Una gara strana quella dei giallorossi, sottotono sino al gol ospite che suona la carica e riversa in attacco un undici i cui sforzi sono premiati da un doppio super-Palombi. Tre punti importantissimi per i ragazzi di Liverani, che salgono a quota cinque e si stanziano a metà classifica.

Nel primo tempo il Lecce cerca di prende in mano il gioco immediatamente, e il Venezia è costretto a restare basso e agire di rimessa. Dopo tre minuti è l’esordiente Bovo ad avere una buona opportunità su una punizione dal limite conquistata da Mancosu, ma il suo destro si infrange sulla barriera. Dopo le primissime fasi i veneti prendono campo fino a sfiorare il gol al quarto d’ora con un bel destro volante di Falzerano che sorvola di poco l’incrocio. Risposta con azione insistita di marca giallorossa al diciannovesimo, culminata nel tentativo al lato di Falco da posizione centrale. Alla mezz’ora episodio quantomeno dubbio nell’area neroarancioverde. L’ottima discesa di Lepore sulla destra premia l’inserimento puntuale di Scavone che batte a rete, subito annullata dalla decisione dell’arbitro di fischiare un fallo alla mezzala mancina locale che aveva battuto Lezzerini. Calciatori di casa e spettatori infuriati ma il direttore di gara non torna sui suoi passi. In questa fase la gara non è spettacolare: le due squadre attaccano a fasi alterne, incorrendo troppo spesso in errori in manovra. Al 39′ alleggerimento targato Mancosu che prova senza riuscirci a finalizzare dal limite un’azione in verticale: palla alta. Il sardo ci riprova cinque minuti dopo e lo fa cercando la giocata del sabato con un tentativo di pallonetto da centrocampo; idea buona, visto che Lezzerini era fuori posizione, precisione meno e palla alta sulla traversa. Si chiude a reti bianche una prima frazione avara di spunti di particolare spessore.

Ripresa con occasione Lecce già al quarantasettesimo: Falco riceve da Petriccione e gira con il piede debole, svirgolando la conclusione da ottima posizione. Al 54′ occasionissima ospite sul piede di Geijo, che manda sul fondo il traversone basso di Garofalo che aveva tagliato tutta l’area piccola. Bella discesa di Mancosu al minuto cinquantanove, conclusa con un potente destro troppo centrale per far male a Lezzerini. Capovolgimento di fronte e gol del Venezia: a siglarlo è l’ex Di Mariano, che ribadisce in gol la ribattuta di Bleve sul tiro dal limite di Falzerano. Reazione Lecce affidata al neo entrato Pettinari che, servito da Mancosu, si vede respingere il diagonale dal provvidenziale intervento basso di Lezzerini. Gli sforzi di un undici, quello giallorosso, rinvigorito dopo il vantaggio lagunare sono premiati al settantatreesimo daPalombi, che infila la porta avversaria con un diagonale lento e preciso trasformando in oro l’imbeccata precisa di Falco. I ragazzi di Liverani sono galvanizzati e provano a lanciarsi in avanti alla ricerca del vantaggio, trovando di fronte un Venezia impaurito ed arroccato a difesa della propria porta. Al 91′ ci prova Tabanelli con un colpo di testa debole e agevolmente parato da Lezzerini. Un minuto e il Via del Mare esplode di gioia: Tabanelli lancia per il solito Palombiche elude l’uscita dell’estremo veneto superandolo con un preciso pallonetto. Gli ultimi minuti il Venezia va all’arrembaggio ma i giallorossi controllano e congelano il 2-1 finale.

Martedì turno infrasettimanale, il quale vedrà il Lecce impegnato sul campo del Livorno alle ore 21.

Fonte: SalentoSport.net