Inchiesta alloggi popolari in cambio di voti, arrivano le dimissioni di Monosi
venerdì 14 settembre 2018

Dopo la decisione di Pasqualini, anche Monosi decide di dimettersi dal consiglio comunale dopo il coinvolgimento nell’inchiesta e gli arresti domiciliari.

Dopo l’ex assessore Pasqualini, anche l’ex esponente della giunta Perrone lascia il consiglio comunale presentando le dimissioni: al suo posto Giordana Guerrieri.

La decisione era nell’aria, ora è stata anche formalizzata: Attilio Monosi lascia il consiglio comunale leccese, presentando le proprie dimissioni.

L’ex assessore della giunta Perrone, agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta sull’assegnazione di alloggi popolari in cambio di voti, ha atteso l’autorizzazione del giudice per depositare l’atto negli uffici del Protocollo del Comune.

Al suo posto, subentra definitivamente la consigliera Giordana Guerrieri, che già nella mattinata era entrata a Palazzo Carafa con “surroga temporanea”. Monosi segue l’esempio tracciato qualche giorno fa da Luca Pasqualini, l’ex assessore alla Mobilità coinvolto pure lui nella vicenda. Al posto di Pasqualini, in consiglio ci sarà Carmen Tessitore, già vicesindaco nella seconda giunta Perrone.