Percosse e minacce a un concittadino prima di rubargli l’auto: denunciato 65enne
giovedì 13 settembre 2018

È accaduto a Scorrano, dove l’uomo è stato denunciato. Nei guai per situazioni analoghe anche un 34enne di Lizzanello e un 54enne di Strudà. In carcere un uomo di Surbo.  

È accusato di furto aggravato, percosse e minacce un 65enne di Scorrano, deferito dai carabinieri a seguito della denuncia presentata da un residente del posto. L’uomo sarebbe il responsabile del furto di un’autovettura, avvenuto nel pomeriggio dell’11 settembre, quando dopo aver percosso e minacciato di morte il denunciante, riusciva a impossessarsi della Volkswagen Golf di quest’ultimo. L’auto veniva riconsegnata dai carabinieri al proprietario.

A Lecce, invece, i carabinieri hanno denunciato un 34enne di Merine di Lizzanello, in quanto autore del furto di uno zaino all’interno del bar di un residence.

A Vernole, i militari denunciavano un 54enne tunisino ma residente a Strudà, che, per futili motivi, il 1° settembre scorso, aveva minacciato afferrandola per il collo la vicina di casa, sull’uscio della propria abitazione. La donna riportava lesioni guaribili in cinque giorni.

A Surbo, è stato arrestato in esecuzione dell’ordinanza emessa dalla Corte di Appello di Lecce Paolo Golia, 35enne del posto, già sottoposto ai domiciliari. L’inasprimento della misura è stato deciso, dopo che, in un controllo, veniva riscontrata la violazione delle prescrizioni, in quanto l’uomo era in possesso di un cellulare. Da qui la decisione di riportarlo in carcere.