Allargano la piscina in zona vincolata, tre persone deferite
giovedì 13 settembre 2018

L’intervento dei carabinieri Forestali di Tricase. Sono accusati di lavori su beni paesaggistici in difformità dell’autorizzazione.

Avevano costruito una piscina in cemento armato di mq 70 in difformità dal permesso di costruire e dall’autorizzazione paesaggistica. Per questo tre persone sono state deferite dai Forestali di Tricase. Si tratta di. F. A., 41enne, nato in Belgio, P. F. Cl. 62enne di Castrignano del Capo e R. A. Cl. 56enne di Alessano. La costruzione è a Salve in località Montani: i tre sono accusati di interventi edilizi nelle zone sottoposte a vincolo in difformità del permesso e lavori su beni paesaggistici in difformità dell’autorizzazione ed in particolare dalle prescrizioni “la piscina abbia una superficie massimo pari a mq 40” e “l’intervento venga realizzato fuori terra con i caratteri della reversibilità e amovibilità” in zona gravata da vincolo paesaggistico.