Primo anno di amministrazione Salvemini, Giordano: "Tante parole, pochi fatti"
giovedì 5 luglio 2018

"Dopo un anno di annunci, l'amministrazione non ha risolto nulla" dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia a Palazzo Carafa che esprime solidarietà al sindaco per le minacce subite.

"Dopo un anno di illusioni e annunci, è stato finalmente squarciato il velo di Maya: l’amministrazione di Carlo Salvemini non ha risolto nulla", l capogruppo di Fratelli d'Italia a Palazzo Carafa Michele Giordano critico sui risultati del primo anno dell'amministrazione Salvemini.
"Nella stessa maggioranza si trattiene a fatica la delusione - dichiara Giordano - non è partito il cantiere dell’ex Massa: è stato solo annunciato il completamento della catalogazione dei reperti. Nessuna vera novità sull’ex Enel. Lo sfratto degli antiquari ai Teatini è rimasto tale, senza una nuova location. Il traffico è aumentato. Le continue correzioni dei sensi di marcia, come avviene in via Palmieri, hanno fatto impazzire gli automobilisti."
"Stesso caos anche in via Cavallotti per come sono stati gestiti i lavori- continua il capogruppo di FdI - c’è stata tanta improvvisazione, come quando si è chiusa piazza Libertini senza aspettare che si aprissero i parcheggi alternativi. L’iniziativa annunciata per utilizzare i parcheggi dell’Asl e dell’Università stenta a partire, anche se era stata annunciata tempo fa. Le risorse intercettate per qualche iniziativa fanno parte della normale amministrazione."
"Anche le promesse sulle marine sono state disattese: qualche spettacolo finanziato dalla Regione non cambierà nulla. Ritardi, pasticci, ammissione di debiti prima di effettuare delle trattative. Il filobus sempre al suo posto. Flop anche sul rinnovo dei vertici delle partecipate che aveva annunciato di cambiare mesi fa.
Nessuna novità, questo è il bilancio deludente dell’amministrazione Salvemini. Hanno illuso i cittadini di avere la bacchetta magica e si sono scontrati con la realtà è le lungaggini burocratiche. Avrebbe dovuto saperlo un ex consigliere di opposizione di lungo corso come Salvemini che dalle parole ai fatti c’è molta strada da fare. Per il resto esprimo solidarietà nei suoi confronti "