L'antirazzismo si impara da bambini. Con BlaBlaBla, arte migrante per i piccoli
lunedì 2 luglio 2018
A Galatina, Caprarica e Trepuzzi, all'interno delle iniziative per la Giornata Mondiale del Rifugiato promosse da Arci Lecce.

L’immigrazione è uno dei temi su cui più siamo abituati a dividerci, polemizzare, discutere. Eppure l’immigrazione è anche un fenomeno fondamentale per decifrare l’attualità e il contesto socio-economico dei nostri tempi. Spesso gli adulti ne parlano per frasi fatte, preconcetti e senza cognizione di causa: un motivo in più per spingerci a spiegare questo argomento in modo chiaro e immediato, invece, ai più piccoli o farcelo spiegare da loro. riflettere.

Per trasmettere con immediatezza e senza retorica i messaggi legati all’integrazione ricorreremo a una serie di strumenti che possono essere utili anche a qualsiasi genitore che voglia affrontare con i propri figli queste tematiche così delicate.
I bimbi già sono a conoscenza delle dinamiche dell’immigrazione: è inevitabile che sappiano che ci sono queste persone che arrivano sui barconi, così come molto spesso hanno compagni di classe di origini straniere.
Arte Migrante può essere dunque uno strumento per avvicinare il discorso con semplicità, veicolando al contempo una necessità di comprensione: “Non c’è bisogno di utilizzare grandi metafore. l’importante è lavorare molto sul linguaggio anche per evitare di cadere in parole che sono frutto di propaganda politica o di una retorica utilizzata anche dai media. È necessario raccontare che, oltre alle etichette, ci sono le persone.

Qual è il messaggio finale su cui si deve puntare per stimolare la riflessione dei più piccoli? 

Che in fondo siamo tutti uguali. Ma loro questo già lo sanno, vivono quotidianamente la diversità.
È solo una questione generazionale: anzi potremmo ascoltare i bambini, noi adulti, per cambiare idea su molte cose.


INFO E PRENOTAZIONI
tel: 331.4604754
info@associazioneblablabla.it

L'ASSOCIAZIONE ARCI BLABLABLA
Attivi sul territorio salentino nella formazione per l'infanzia e l'adolescenza, progettazione e comunicazione creativa, abbiamo in comune il desiderio di migliorare la qualità della vita culturale del territorio in cui operiamo, nell'ambito di promozione e facilitazione d'accesso della cultura, inclusione ed innovazione sociale, riqualificazione urbana ed educazione al bene comune attraverso l'arte, e molto altro.