Maltempo e danni sul Salento, Congedo e Caroppo interpellano l’intervento della Regione
giovedì 14 giugno 2018

Il primo chiede di valutare il ricorso allo stato di calamità naturale, il secondo vuole sostegni per gli agricoltori colpiti.

Stato di calamità naturale e sostegno agli agricoltori colpiti: sono le richieste che arrivano da Erio Congedo, consigliere regionale di Fratelli d’Italia, e Andrea Caroppo, segretario pugliese della Lega. Il primo, in una nota, intervenendo su maltempo e danni, dichiara: “La Regione Puglia valuti l'iter per dichiarare lo stato di calamità per le zone del Salento colpite in queste ore da grandinate e nubifragi con conseguenti danni alle colture”.

“Ritengo – precisa - ci siano tutte le condizioni perché la Regione faccia il punto della situazione con i Sindaci dei comuni maggiormente colpiti e valuti concretamente l’opportunità di avviare l’iter per la richiesta, al Governo nazionale, dello stato di calamità. Mi auguro altresì che, in ogni caso, la Regione voglia fare la sua parte intervenendo a sostegno dei territori, dei cittadini ed in particolare degli agricoltori che hanno inevitabilmente subito un grave colpo per loro attività”.

“L’eccezionale grandinata abbattutasi oggi su alcune zone del Salento - in particolare tra Copertino, Galatone, Matino e Salice Salentino - ha determinato danni alle coltivazioni agricole che, stando alle prime verifiche, sono ingenti. Sia le colture arboree, sia erbacee che tutte le altre colture in atto con particolare riferimento ai frutteti, ai vigneti e alle colture orticole hanno subito danni che chiedo al competente assessorato regionale di accertare quanto prima per valutare l’opportunità di prendere immediatamente ogni opportuno provvedimento a tutela e sostegno degli agricoltori», lo dichiara in una nota il Segretario Regionale della Lega, Andrea Caroppo.