Amministrative nel Salento, sono dieci comuni al voto per rinnovare i sindaci
sabato 9 giugno 2018

Il centro più popoloso è Squinzano: nessuno al di sopra dei 15mila abitanti. Sfida tra due donne a Giurdignano.

Sono 10 i Comuni salentini che andranno al voto domani, cioè Squinzano, Sannicola, Alezio, Spongano, Santa Cesarea Terme, San Donato, Salve, Montesano, Vernole e Giurdignano. Nessuno al di sopra dei 15mila abitanti. In corsa per la fascia di primo cittadino sono 26 candidati, di cui solo 4 donne (due a Giurdignano, dove la sfida è tutta al femminile, una a Santa Cesarea e un’altra ad Alezio.

Sono cinque a Squinzano le squadre pronte per l’appuntamento del rinnovo del Consiglio comunale fissato per il prossimo 10 giugno. L’attuale sindaco Mino Miccoli si ricandida con la lista civica “Squinzano viva”. In corsa altri due ex sindaci Gianni Marra, con la lista civica “Gianni Marra per Squinzano”, e Michele Maggio per il centrosinistra con la lista “Cambiamenti”. Ci sarà anche la lista “Movimento Cinque Stelle” con Sandro Morciano, mentre a destra il candidato è Andrea Andresani con la lista “Squinzano Cambia”.

A Sannicola, in campo le liste civiche. Il sindaco uscente, Cosimo Piccione sarà alla guida di “Sannicola Cambia”. Il centrosinistra punta su Paolo Farachi candidato con “Futuro Comune

Sfida a quattro la carica di sindaco ad Alezio. L’amministrazione di centrosinistra candida con la lista “Uniti per Alezio” l’attuale vicesindaco e assessore alle Pari opportunità, l’avvocato Paola De Mitri. Con la lista “Noi per Alezio” l’ex assessore allo Sport, Guido Sansò, sindacalista della Cgil ed ex segretario cittadino del Pd, in area centrosinistra. Anche il centrodestra è diviso: per la lista civica “Grande Alezio”, il candidato sindaco annunciato già da tempo è Andrea Barone, commercialista. In campo anche Rocco Luchina, poliziotto, già capogruppo dell’opposizione passato recentemente in Andare Oltre.

A Spongano il sindaco uscente Antonio Candido non si ripresenterà: a contendersi la poltrona di sindaco saranno il consigliere comunale uscente Salvatore Donno, a capo della civica “UniAmo Spongano”, Alfredo Marti, a che guiderà la civica “Uniti per La Svolta”, e Luigi Rizzello, detto Gigi, candidato per la civica “Progetto Spongano”,

Due i candidati a sindaco per guidare Santa Cesarea Terme e le frazioni Cerfignano e Vitigliano. Ricandidato il sindaco uscente Pasquale Bleve, 45enne medico, a capo di “Insieme con responsabiltà” che se la dovrà vedere con Maria Corvaglia, 43enne avvocato, candidata di “Costruiamo insieme il futuro” alla sua prima esperienza.

A San Donato e Galugnano, dopo dieci anni di governo di Ezio Conte, gli elettori sceglieranno tra Cesare Taurino della lista “Libertà”, espressione dell’amministrazione uscente e Alessandro Quarta della lista “La Città di Tutti” con una civica.

A Salve due avvocati per succedere a Vincenzo Passaseo. L’amministrazione punta sul capogruppo di maggioranza Nicola De Lecce, avvocato 44enne, a capo della lista “Insieme per Salve città di tutti”. A contendergli la carica, Francesco Villanova, avvocato 56enne, con la lista civica “Con Noi per Salve”.

Per la guida di Montesano Salentino dopo Silvana Serrano, si confronteranno Giuseppe Maglie, classe 1967, con la lista “Uniti per Montesano”, e Massimo Maglie, classe 1975, con la lista “Vivere Montesano”. I due candidati a sindaco arrivano insieme nella sede Comunale, entrambi alle 11.24. Una stretta di mano come gesto beneaugurante e poi ognuno per il proprio percorso con la propria squadra. Giuseppe Maglie è un medico, mentre Massimo Maglie è un libero professionista.

Luca De Carlo, sindaco uscente si ripresenta a Vernole candidato per “Punto e a capo”. Contro di lui Francesco Leo, capo dell’opposizione uscente in lizza per la lista “Progetto Comune”.

Una donna sindaco a Giurdignano. A sfidare l’uscente Monica Laura Gravante, avvocato, candidata per “Sempre insieme verso il futuro”, ci sarà Giovanna Accoto con la lista civica “Giurdignano impegno e condivisione”.