Scu, condanna definitiva al genero del boss: oltre 8 anni di carcere
mercoledì 16 maggio 2018

Condanna arrivata per Roberto Perlangeli, 41enne genero di Salvatore Padovano.

I carabinieri di Gallipoli, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte d’appello di Lecce, hanno catturato Roberto Parlangeli, 41enne genero del boss Salvatore Padovano (detto Nino Bomba), assassinato nel 2008.

L’uomo, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari ed elemento di spicco della Sacra corona unita, nella sua articolazione territoriale denominata Clan “Padovano”, operante a Gallipoli e nei comuni limitrofi.

L’imputato dovrà scontare la pena di otto anni, cinque mesi e 27 giorni di reclusione presso il carcere di Lecce per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsione e rapina aggravata.