˜Gricanti Festival˜, musica grika tra tradizione e solidarietà
giovedì 2 settembre 2010
Pubblicato il cd che ripropone l’omonimo concerto di Corigliano d’Otranto del 19 giugno scorso. I proventi della vendita devoluti ad un orfanotrofio di Wenou nel Benin ed alla sezione leccese della Lilt
 
Il “Gricanti Festival”, progetto di preservazione, valorizzazione e diffusione della musica e della lingua grika tenuto lo scorso 19 giugno presso la Masseria Sant’Angelo di Corigliano d’Otranto, ora diventa anche un lavoro discografico. L’idea di Rocco Avantaggiato sviluppata attraverso la collaborazione di SalentoAltraMusica e Associazione “Ngracalati” viaggia ora in formato multimediale ed in cd, presentando una track list che si compone con 19 canzoni espressione diretta e fedele di quella lunga notte di giugno e dei brani cantati ed eseguiti esclusivamente in lingua grecanica. 
Prestano alla causa la loro voce ed il loro sound gli esponenti della nuova e vecchia generazione della musica popolare salentina, ovvero Giovanni Avantaggiato e famiglia; Ngracalate; Daniele Durante; Roberto Licci, Salvatore e Antonio Cotardo dei Ghetonia; Argalio; Briganti di Terra d’Otranto, Arakne Mediterranea; Agorà Canti Antichi; Uccio Aloisi Gruppu; Antonio Castrignanò; Francesca Della Monaca; Luigi Garrisi, Officina Zoè (nella foto) e Orchestra Sparagnina. A questo insieme di artisti si aggiunge la speciale partecipazione di Encardia, gruppo proveniente dalla Grecia che da anni ha stretto un rapporto simbiotico con la tradizione popolare di Terra d’Otranto.
Il disco, ovviamente, mantiene le stesse sfumature e atmosfere della serata in cui il lavoro è stato registrato in presa diretta e consegna una track list senza alchimie varie di missaggio e ritocchi volanti di post produzione che altrimenti avrebbero privato il progetto della genuinità, del calore e dell’armonia prodotta invece “sul posto” il giorno del concertone. In scaletta il repertorio classico della lingua grecanica: canzoni diffuse e conosciute dalla vasta platea dei tarantati e pizzicati del Salento e del mondo neanche minimamente”stravolte” dai pur nuovi ed interessanti arrangiamenti intervenuti in modo originale per mano degli artisti chiamati in causa nell’aia della masseria teatro dell’evento. 
Ma il cd del “Gricanti Festival” non è solo occasione per ascoltare in alta fedeltà il battito del tamburello ed i ritmi di questa terra messi in sinergia e comunicazione tra una sponda e l’altra dell’Adriatico. Acquistando il cd al costo simbolico di 10 euro ci si rende attori e protagonisti di un progetto solidale che coinvolge due programmi di beneficenza. Il primo è coordinato dall’associazione Ngrcalati di Borgagne e si indirizza al sostegno a distanza (circostanza che il sodalizio salentino ormai persegue da quattro anni) di un orfanotrofio del villaggio di Wenoi nel Benim. Intenzione di Ngracalati è di costruire nell’area tre pozzi e di fornire a circa cento bambini ospiti della struttura un letto, bagni, aule, computer, medicinali e cibo. Il secondo progetto invece coinvolge la sezione leccese della Lilt (Lega Italiana per Lotta contro i Tumori), coordinata dal dottor Giuseppe Serravezza. I fondi messi a disposizione dal progetto “Gricanti Festival” saranno destinati ad attività di prevenzione primaria (stili e abitudini di vita) e secondaria (promozione di una cultura della diagnosi precoce), di assistenza al malato e alla sua famiglia, di riabilitazione e di reinserimento sociale. Per info: info@masseriasantangelo.it. 
 
 Daniele Greco