Il Lecce restituisce il “favore”. Giallorossi al risparmio, a brindare è il Cosenza
mercoledì 14 febbraio 2018

Prestazione al rallentatore per l'undici di Liverani, che saluta la competizione al termine di una gara meritatamente vinta dagli avversari.

In versione decisamente sottotono rispetto a quanto ammirato negli ultimi mesi in campionato, il Lecce di Fabio Liverani esce sconfitto tra le mura amiche nei quarti di finale di Coppa Italia Serie C con il Cosenza, vittorioso 0-2. I giallorossi restituiscono il “favore” ai ragazzi di Braglia, che domenica avevano fermato il Catania, rendendosi protagonisti di una prestazione colma di imprecisioni, e a tratti svogliata. Finisce così l’avventura dei salentini nella competizione, mentre i silani andranno alle semifinali contro la vincente tra Paganese e Viterbese.

Il primo tempo registra subito due squadre proiettate in avanti. Il primo a farsi vedere in attacco è il Lecce, che dopo nemmeno un minuto manovra bene sull’asse d’attacco Caturano-Di Piazza, con quest’ultimo che manca il controllo con cui si sarebbe presentato solo di fronte a Zommers. Al terzo tocca al Cosenza creare una grandissima palla gol; la sponda di Perez trova Mungo che libera al tiro il baby Trovato, ma il diagonale dell’attaccante calabrese termina al lato con Legittimo che sembra va comunque pronto a intervenire. Al 5′ di nuovo giallorossi in avanti e ancora con Di Piazza, che di testa manda alto il cross di Ciancio. I ritmi sono altissimi, una rarità per una gara di Coppa, e all’ottavo Mungo si presenta solo davanti a Chironi, sfiorando il gol con un destro al volo alto di un soffio. L’azione è tuttavia viziata da un fuorigioco del 7 silano, fischiato dall’arbitro con qualche secondo di ritardo. Al 17′ Arrigoni intercetta palla e serve Caturano, la cui potente conclusione mancina è, complice una deviazione, alta di poco. Dopo l’avvio a mille, le squadre, e soprattutto le due difese, iniziano a prendere le misure agli avversari, a discapito della spettacolarità della gara. Al 32′ nuovo lampo leccese apportato da Costa Ferreira, che si invola sulla sinistra per poi servire Caturano; la punta di Scampia è libera di colpire, ma il suo mancino di prima intenzione trova ancora la deviazione di un difensore e va in corner. Al trentottesimo, dopo una buona mezz’ora di sofferenza, l’undici di Braglia torna a farsi vedere dalle parti di Chironi, nella fattispecie con un tiro-cross di Boniotti facilmente parato dall’estremo salentino. Passano due minuti e ancora l’esterno destro rossoblù va al tiro, sempre dal limite sebbene stavolta più pericoloso poiché alto di un metro circa. Nel finale di frazione i giallorossi attaccano con continuità da settore di destra con Ciancio, Megelaitis e Di Piazza, sempre imprecisi e macchinosi negli ultimi venti metri. Si va così al riposo a reti inviolate.

Ad inizio ripresa la prima folata offensiva è degli ospiti, al tiro con Loviso sugli sviluppi di un corner: è il quarantasettesimo e la palla va abbondantemente alto. Quattro minuti dopo conclusione dalla distanza del capitano ospite Bruccini, al lato di un paio di metri. Al 52′ grande opportunità in contropiede per Di Piazza, che ubriaca Pasqualoni non trovando però la porta con un diagonale mancino. Seguono un paio di ottime occasioni in contropiede mal sfruttate dai giallorossi, che al sessantunesimo subiscono la rete del vantaggio calabrese. A siglarla è il neo entrato Okereke, che insacca di testa il cross di Perez da due passi. I salentini provano a reagire ma palesano un’eccessiva imprecisione che gli impedisce di andare oltre un’infinita serie di cross facili preda di Zommers. Al 69′ i ragazzi di Braglia colpiscono ancora, stavolta con la punizione da posizione centrale che Loviso trasforma in oro per lo 0-2. Tre minuti dopo bordata da fuori di Arrigoni che sorvola la traversa. All’ottantesima Di Piazza riceve il cross di Mancosu, ma solo davanti al portiere perde l’equilibrio, forse strattonato. All’85’ Riccardi cerca senza trovare il jolly con un tiro da distanza siderale. E’ l’ultima emozione di una partita meritatamente portata a casa dai più volenterosi ospiti.

Il Lecce tornerà in campo domenica pomeriggio, alle 16.30, sul campo della Sicula Leonzio.

 

Fonte: Salentosport.net