Romano (M5s): “Il centrosinistra ha mortificato il territorio, non parlino di interessi tutelati”
domenica 11 febbraio 2018

Il candidato al Senato del Movimento Cinque Stelle critica il centrosinistra salentino sulle scelte compiute per il territorio.

“Se c’è un partito politico che, in questi anni, non ha tutelato gli interessi del territorio, manifestando tutta la sua sordità alle istanze dei cittadini, è proprio il centrosinistra”: è quanto dichiara Iunio Valerio Romano, candidato al Senato nel collegio uninominale di Lecce per il Movimento 5 Stelle.

“Spiace dover ascoltare, da chi ha mortificato il territorio, che si ritiene di aver fatto il necessario per incentivare la crescita del Mezzogiorno. Vantano l’approvazione di misure a contrasto della povertà, nonostante il Movimento 5 Stelle sia palesemente l’unica forza politica ad aver concepito e proposto il Reddito di Cittadinanza in grado di risolvere la questione”.

“Parlano – aggiunge - di dare voce al territorio, dimenticando che sono i firmatari di quelle autorizzazioni che hanno dato il via alla costruzione di un gasdotto che lacera l’ambiente. Sono altresì rimasti impassibili di fronte alle proteste dei salentini contro l’approdo in agro di Melendugno del gasdotto. Hanno assistito nel totale immobilismo agli scontri in prossimità dei cantieri Tap senza farsi carico di ascoltare chi il territorio lo vive e lo abita, mettendo inoltre in difficoltà chi è stato chiamato a garantire l’ordine”. 

“Nulla – conclude - è stato fatto per sostenere le imprese, a differenza dello sforzo profuso dal Movimento 5 Stelle che ha versato ingenti somme di denaro nel fondo per le micro imprese. E ancora, nulla è stato fatto per incentivare gli investimenti nelle infrastrutture, nota dolentissima per il Salento. Il centrosinistra non merita più la fiducia del Salento, i cittadini sanno bene che le uniche vere speranze sono riposte esclusivamente nel Movimento 5 Stelle”.