Otranto mette in vetrina le proprie bellezze alla Borsa internazionale del Turismo
venerdì 9 febbraio 2018

Dopo alcuni anni la città torna all’evento che si tiene a Milano dall’11 al 13 febbraio per esporre le proprie proposte turistiche per la prossima stagione estiva e non solo.

Otranto torna alla Borsa internazionale del Turismo, appuntamento che dall’11 al 13 febbraio si svolge a Milano, presso il quartiere fieristico, con l’obiettivo per enti e aziende di attivare nuovi rapporti commerciali e presentare le proprie proposte attrattive ad un vasto pubblico.

La città aderisce a “Benvenuti in Puglia – Bit 2018”, che promuove in Italia e all’estero le attrattive turistiche del tacco d’Italia con uno stand progettato per rappresentare l’integrazione tra sistema pubblico e privato dell’offerta turistica pugliese, in un mix di azioni e strumenti di promozione.

“Il Salento – spiega il sindaco Pierpaolo Cariddi - vive oggi un momento favorevole del suo turismo e Otranto, la città più ad est d’Italia, ponte naturale verso l’Oriente, è uno dei fiori all’occhiello di questa terra. Una buona politica ai vari livelli, regionali, comunali, imprenditoriali ha saputo indirizzare energie importanti sulla qualificazione delle strutture ricettive e sulla valorizzazione dei beni del territorio coniugati nel duplice percorso di natura e storia”.

E citando i numerosi riconoscimenti degli ultimi anni, Cariddi assicura che l’obiettivo è quello di lavorare su aspetti ordinari (che risolvano le esigenze primarie del turista e offrano servizi di alta qualità) e su aspetti straordinari (che valorizzino e arricchiscano la vacanza).

A curare la partecipazione della città alla Bit, l’assessore al Turismo Mimina De Donno che ha attivato una fattiva collaborazione fra l’ente e gli operatori turistici locali, che in parte hanno aderito all’iniziativa: “La sinergia fra pubblico e privato rappresenta un’opportunità da cogliere. È necessario lavorare insieme per creare qualcosa di importante e far crescere l’appeal del nostro territorio già straordinariamente ricco. Vorremmo che il nostro patrimonio fosse fruibile a tutti, anche ai diversamente abili, servendoci, per esempio, delle tecnologie di ultima generazione per creare delle vere e proprie ‘visite virtuali’. Stiamo lavorando in tal senso e a Milano forniremo un primo esempio della direzione che vogliamo intraprendere avvalendoci della collaborazione di 3seizero”.

Si tratta di un progetto innovativo che ha come obiettivo quello di rivoluzionare il modo di intendere e vivere il web: abbandonati gli stereotipi dei “menu a tendina”, le noiose “pagine istituzionali” e le statiche “gallery”, il know-how sviluppato da 3seizero punta tutto sulla verità, la realtà, l’esperienza e l’emozione, per regalare agli internauti un percorso di fruizione del web unico, emozionante ed irripetibile. Una visione a 360° introdotta in uno degli strumenti di comunicazione più utilizzati - il web - che pone il navigatore al centro di un tour virtuale, in cui egli stesso può decidere, senza condizionamenti, il senso della sua Esperienza e passare da un punto di vista ad un altro, liberamente e su qualunque device. Attraverso la realtà virtuale è possibile andare oltre ciò che si vede.

C’è poi Liberty Lines, ovvero il servizio di collegamento ad Alta velocità che verrà riproposto con l’impiego del modernissimo hydrofoil Ammari, in grado di collegare Otranto con Corfù in 2 ore e 20 minuti. La Linea riprenderà molto presumibilmente a metà giugno e collegherà le due sponde italiana ed ellenica fino a metà settembre 2018.