"Il volto oltre l'identità": ad Otranto la mostra di Fate Velaj
giovedì 28 dicembre 2017

Dal 29 dicembre fino al 4 marzo, presso il Castello Aragonese di Otranto l'esposizione dell'artista albanese. Inaugurazione domani alle 18.

"Il volto – oltre l’identità / Face – Beyond the identity": al 
Castello Aragonese di Otranto la mostra del fotografo Fate Velaj dal 29 dicembre con l'inaugurazione alla presenza di Goran Bregovic, fino al 4 marzo 2018.

“Parlare di Fate Velaj non è cosa facile” ha detto il Primo Ministro albanese Edi Rama. Lui lo conosce bene avendolo avuto prima come consigliere culturale ed ora come parlamentare eletto nel distretto di Valona. 

In effetti non è facile dire se Fate Velaj è più fotografo o pittore, più scrittore o uomo politico e diplomatico. 

Le sue fotografie, esposte per la prima volta ad Otranto, nell’ambito della rassegna Alba dei Popoli, sono il riflesso di una vita in continuo movimento tra differenti linguaggi espressivi, differenti geografie fisiche ed umane. 

“Una mostra di sguardi – sottolinea la curatrice Giusi Giaracuni – restituiti dai ritratti fotografici di Fate Velaj attraverso una unità di pensiero, di azione e di sentimento”.

A cominciare dal titolo, “Il Volto – Oltre l’Identità”, la mostra, ospitata nel Castello Aragonese di Otranto, dal 29 dicembre al 4 marzo 2018, si presenta come un’indagine sul destino dell’uomo contemporaneo. I volti ‘catturati’ dall’obiettivo di Fate Velaj raccontano identità e vissuti nostalgici che vanno oltre l’esperienza personale dei soggetti fotografati e rimandano ai contesti geo-politici da cui i suoi personaggi emergono come dai sogni e dagli incubi di una Europa alla ricerca, ancora, di una sua identità.

Sono i temi che ritornano anche nei romanzi e nei saggi dell’artista albanese. Tanto che il suo conterraneo Artan Shabani, artista e direttore della Galleria Nazionale delle Arti di Tirana, ha definito le fotografie di Velaj  come “i suoi romanzi in jpeg”. Romanzi di una parte d’Europa, quella dei Balcani, che si affacciano sull’Adriatico alla ricerca di un impossibile dialogo con l’altra parte dell’Europa, quella Occidentale troppo distratta dalle emergenze lungo la rotta nord sud.

Dopo il debutto a Otranto la mostra andrà a Brindisi e a Bari a dimostrazione del forte legame tra l’artista albanese e la nostra Regione, sulle cui sponde egli approdò nel 1991 durante il primo esodo dall’Albania.

Una Europa sulla quale, invece, il Comune di Otranto, ha voluto riaccendere i riflettori ospitando nel tradizionale concerto dell’Alba dei Popoli un musicista come Goran Bregovic. 

Sarà proprio Goran Bregovi? ad inaugurare la mostra di Fate Velaj presso il Castello di Otranto il 29 dicembre alle ore 18.00.

All’inaugurazione parteciperà anche il Sindaco Pierpaolo Cariddi,  l’Assessore Regionale alle Industrie Culturali e Turistiche della Regione Puglia, Loredana Capone, il Direttore del Polo Biblio-Museale della Provincia di Lecce, Luigi De Luca.