Cinema, spettacoli e cultura: la nuova vita delle Manifatture Knos
venerdì 21 maggio 2010
Gli spazi dell’ex scuola operaia da tempo abbandonati diventano parte integrante di una proposta culturale promossa dalla Provincia di Lecce che interessa l’intero territorio 
 
In principio era una scuola per operai. Quattromila metri quadrati di struttura “sociale” dove per anni si sono forgiati i lavoratori dell’industria metalmeccanica. Dal 2007 gli spazi di proprietà della Provincia di Lecce sono stati riqualificati grazie ad un progetto promosso dallo stesso ente di Palazzo dei Celestini e dall’associazione culturale “Sud Est”. Oggi le Manifatture Knos si propongono come scenario delle culture che guardano alla contemporaneità, sia nel campo delle arti visive, come in quello della ricerca teatrale e dell’audiovisivo, uno spazio in cui la ricerca di nuove socialità si fa proposta culturale. Ed in questa logica si inserisce anche l’incontro con l’Apulia Film Commission per destinare un segmento della struttura a sede del Cinerporto. Proprio
questo accordo  ha consentito alla Provincia di Lecce di utilizzare importanti risorse per la soluzione di alcuni problemi strutturali che impedivano la piena utilizzazione degli spazi del Knos, con particolare riferimento alla messa a norma della struttura. “La Provincia di Lecce ha assicurato il proprio contributo nella costruzione di una proposta culturale che esce dai canoni della ‘tradizione’ per percorrere strade della ricerca, della sperimentazione, dell’innovazione, della creatività -spiega la vice presidente e assessore alla Cultura, Simona Manca-. In quello spazio si sperimentano forme  di cooperazione culturale tra diversi soggetti,  con una preoccupazione costante, che deve essere quella di gestire uno spazio a servizio dell’intero Salento”. 
Sono numerose le attività inaugurali in calendario (in cartellone sono previsti eventi fino a tutto il mese di giugno), con le Manifatture Knos pronte ad ospitare una molteplicità di progetti di formazione, ricerca e produzione, che interagiscono e si nutrono reciprocamente, nell’ambito del cinema, del teatro, della danza, della musica, dell’editoria, dell’infanzia, delle arti applicate, del design, dell’arte contemporanea, della progettazione partecipata.
Sabato 22 maggio Roberto Corradino sarà protagonista nello spettacolo teatrale L’artista del digiuno, mentre domenica 23 doppio appuntamento con Flavio Soriga, giovane autore di punta di Bompiani, che presenterà il libro Il cuore dei briganti e con il teatro di Principio Attivo “Mannaggi’a mort”.
La serie degli eventi proseguirà per tutta la prossima settimana, da lunedì 24 a venerdì 28 maggio. Le Manifatture Knos ospiteranno la terza edizione di “K-now - Show case del teatro pugliese”, un momento di riflessione, di scambio e di lavoro tra le realtà teatrali pugliesi invitate a interagire e confrontarsi tra di loro. Sabato 29 maggio, alle ore 21, ci sarà invece il debutto nazionale di Shoà di Valentina Diana (vincitrice della prima edizione del Premio di drammaturgia
contemporanea “Il Centro del Discorso”) e Gli Illuminati di Vittoria Tambasco.  Gli appuntamenti di maggio si concluderanno con l’incontro organizzato per il 31 da “Libera”. Sarà un convegno rivolto agli studenti delle scuole medie e superiori del Salento, cui prenderà parte don Luigi Ciotti. Per informazioni sugli appuntamenti: www.manifattureknos.org
 
Daniele Greco