Paziente non vuole essere dimesso, due guardie giurate si feriscono per trascinarlo fuori
lunedì 5 settembre 2016

Il caso è accaduto nel pomeriggio all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Protagonista un extracomunitario ricoverato nel reparto di psichiatria.

Era convinto che volessero sottrargli il permesso di soggiorno, per questo un extracomunitario ricoverato in Psichiatria presso il “Vito Fazzi” ha opposto resistenza, decidendo di non uscire dal reparto.

L’episodio è accaduto nel pomeriggio: a intervenire due guardie giurate della Securpol e il poliziotto presente al posto fisso che hanno cercato in tutti i modi di convincere il 25enne, originario del Mali, a uscire dall’ospedale.

Visto il netto rifiuto hanno deciso di trascinarlo fuori: una delle guardie ha sbattuto un ginocchio contro una scrivania, mentre l’altra è stata colpita in faccia dall’uomo ormai fuori di sé.

Con gran fatica è stato portato fuori dal nosocomio, ma nonostante questo, ha continuato ad inveire cercando di rientrare, prendendo a calci e pugni la sorveglianza e dando un morso al braccio al poliziotto. A quel punto sono intervenuti altri agenti di polizia che lo hanno arrestato portandolo via per minacce, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. 

Le due guardie giurate, che già non percepiscono quattro mensilità, hanno avuto rispettivamente una prognosi di 5 e di 7 giorni.