Uno spot tutto salentino per l'Unesco
domenica 22 novembre 2009

Salento e cinema rappresentano un binomio che da qualche tempo è sinonimo di successo. Questo non soltanto per i preziosi scenari che la terra salentina offre alle produzioni di fiction e di cinema nazionali, ma anche grazie al crescente successo riscontrato da numerosi registi locali. Senza scomodare l’olimpo di quelli già affermati (vedi Edoardo Winspeare), infatti, il Salento è ricco di un fitto sottobosco di video maker che con cortometraggi, lungometraggi e spot si stanno facendo apprezzare a livello nazionale e internazionale.
Questo, ad esempio, è il caso di Roberto Quarta, giovane filmmaker leccese che ha ottenuto il prestigioso incarico di girare uno spot per conto dell’Unescu, nell’ambito della campagna 2009 sul tema “Città e Cittadinanza”. Roberto Quarta, organizzatore tra l’altro dell’ “Ecologic International Film Festival di Nardò”, ha già collaborato con l’Unesco nel 2008, per la realizzazione di uno spot in favore delle pratiche di riduzione dei rifiuti. Quest’anno Quarta si è dovuto cimentare su un tema complesso, che spazia dallo sviluppo urbano, alla mobilità, all'inquinamento, alla partecipazione dei cittadini, all'accoglienza, all’integrazione degli stranieri ed alle città a misura di bambino.
Per il suo spot egli ha optato per una scelta narrativa mista di disegni ed animazione, avvalendosi della collaborazione del pittore Sandro Bellomo. Lo spot, interamente girato a Lecce, è stato trasmesso dal 9 al 15 novembre sulle reti nazionali, sotto l’alto patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

Giorgio De Matteis