Dieta vegana, la proposta della deputata pugliese: carcere per chi la impone ai bebè
lunedì 8 agosto 2016

Elvira Savino chiede nella sua proposta di impedire ai genitori di imporre ai figli un'alimentazione restrittiva e, se necessario, di punirli duramente.

La deputata pugliese di Forza Italia, Elvira Savino originaria di Castellana Grotte, ha presentato una proposta di legge contro i genitori che impongono ai proprio figli la dieta vegana, nota per le restrizioni alimentare cui sottopone i suoi adepti. Della proposte se ne occuperà il Parlamento che dovrà vagliare se le norme che contiene – come il carcere per le mamme e i papà che la impongono ai neonati.

La deputata azzurra punta a punire gli eccessi, segnalati dalle associazioni dei pediatri che provocano ritardi e problemi di salute anche gravi nei bambini causati per le carenze di zinco, ferro, vitamina D, vitamina B12 e omega-3.

Si introduce pertanto una “disposizione penale speciale” con la modifica dell'articolo 572 del codice penale che punisce chiunque “impone o adotta nei confronti di un minore degli anni sedici, sottoposto alla sua responsabilità genitoriale o a lui affidato per ragione di educazione, istruzione, cura, vigilanza o custodia, una dieta alimentare priva di elementi essenziali per la crescita sana ed equilibrata del minore stesso è punito con la reclusione fino a un anno”. Le pene aumentano di un anno se le condotte sanzionate siano adottate nei confronti di minori di anni tre.

Fonte: Barisette.