"Citofonare interno 7": domani aperitivo letterario tra i fichi d'india
mercoledì 8 luglio 2015
Letture e musica live per condividere il piacere della cultura in un'atmosfera conviviale: domani edizione estiva di "Citofonare interno 7", l'aperitivo letterario dei salotti romani.

Libri e letture tra i fichi d'india con "Citofonare interno 7" in versione estiva. 
L'appuntamento che riprende la tradizione dei salotti culturali romani domani, giovedì 9 luglio, trasloca a Santa Maria al Bagno, nel cuore del Salento. Testi editi e inediti di scrittori e poeti, musica live e un'abitazione privata messa a disposizione della collettività sono gli ingredienti che danno corpo all'iniziativa, promossa da Rossano Astremo e Girolamo Grammatico.

Giovedì 9 luglio a partire dalle 20 al via l'edizione salentina, realizzata con la collaborazione di Livio Romano e Giorgia Salicandro. Media partner dell'evento è GenerAzioni di scritture, rivista di cultura militante della casa editrice Milella di Lecce.

Non un salotto, ma fichi d'india e ulivi secolari faranno da cornice alle letture, ospitate nella casa di campagna di Livio Romano, in Contrada Morige, tra Nardò e Santa Maria al Bagno (via Pantalei Tagliate n. 49).

Ad animare la jam session letteraria si alterneranno Rossano Astremo (tra i suoi titoli “Corpo poetico irrisolto”, Besa 2003, “L'incanto delle macerie”, I libri di Icaro, 2007), Carlo Alberto Augieri (“Man mano, per rammendi”, Milella 2011, “Nel rondinìo del tempo”, Milella 2014), Stefano Cristante (“Visite inattese”, Besa 2007, “Anima lunga”, Besa 2012), Francesco Lanzo (“I Lanzillotti”, Palomar 2004, “Dove non suonano più i fucili”, Bigsur 2005), Mauro Marino (“Graffiare i muri. Kantieri Koreja, storia di un teatro”, Titivillus 2010, “Le parole di dentro”), Gioia Perrone (“Granbelblog”, “ValvolaMitralika”), Osvaldo Piliego (“Fino alla fine del giorno”, Lupo 2011, “La città verticale”, Lupo 2015), Livio Romano(“Niente da ridere”, Marsilio 2007, “Diario elementare”, Fernandel 2012), Vanni Schiavoni (“Come gli elefanti in Indonesia”, LiberArs 2001, “Di umido e di giorni”, LietoColle 2004), Marco Vetrugno (“Poetico delirio”, Lupo 2012, “Le mie ultime difese”, Manni 2015) Stefano Zuccalà (“D'amore e di altre sevizie”, Zona 2006, “Il conto degli avanzi”, Lupo 2011), che condivideranno con gli ospiti propri testi in prosa e poesia.

Le incursioni sonore saranno quelle di Andrea Baccassino, Pasquale Chirivì, Luigi Mariano, Federica Palma, Alfredo Ronzino e Giuseppe Tarantino.

“L'obiettivo di Citofonare Interno 7 è quello di parlare leggere pagine di letteratura senza seguire la canonica idea della presentazione di un libro – dichiara Rossano Astremo, ideatore dell'iniziativa - il cui fine ultimo è la vendita delprodotto. A Roma, in sette anni, hanno partecipato alcuni tra i migliori scrittori italiani della scena contemporanea, mossi soltanto dalla voglia di condividere il proprio lavoro con un pubblico attento. Il fatto che l'evento si svolga in Puglia negli stessi giorni in cui a Polignano a Mare si svolge quel presentificio seriale de Il libro possibile mi pare un buon segnale di discontinuità rispetto alla questa idea di libro e letteratura”.

Nel clima di convivialità che caratterizza l'iniziativa, chi prenderà parte alla serata è invitato a condividere una pietanza preparata in casa, per rendere l'aperitivo più ricco e variegato.

Il vino è offerto da La Vineria di Tonino Bitonte (via Giusti 39/A, Lecce), la base per l'aperitivo dalla Pasticceria Sise della famiglia Schipa (via Taranto 27, Lecce).

Infine, chiunque può contribuire all'allestimento della libreria della casa di campagna a cura di Citofonare interno 7: il dono di un libro come ringraziamento dell'ospitalità e per lasciare una traccia dell'incontro al di là della serata.

L'ingresso è libero. Per info 3282028305