Blitz della Guardia Costiera nell'area marina protetta di Porto Cesareo, quattro pescatori nei guai
mercoledì 1 aprile 2015
Un controllo notturno ha consentito ai militari di scoprire e denunciare quattro pescatori in località "Frascone".

Quattro pescatori di frodo sono stati scoperti e denunciati dagli uomini della Guardia Costiera di Gallipoli in località Frascone, all’interno dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo.
I quattro pescatori sono stati sorpresi la scorsa notte nella fascia di mare di riserva integrale dell’Area Marina Protetta: zona di particolare pregio ambientale con elevata presenza di specie animali e vegetali

Dopo la denuncia è scattato il sequestro delle varie attrezzature da pesca su disposizione del Procuratore Aggiunto della Repubblica di Lecce Ennio Cillo.
Tale attività rientra nell’ambito della più vasta azione di prevenzione e di contrasto al fenomeno della pesca di frodo messa in atto dalla Capitaneria di porto a tutela dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, e verrà ulteriormente intensificata durante la stagione balneare.
Grazie anche alle collaudate sinergie operative, tra la Capitaneria di porto di Gallipoli e l’Ente gestore dell’A.M.P., i militari della Guardia Costiera effettueranno controlli votati in primis alla prevenzione, mediante una campagna di informazione e sensibilizzazione, e secondariamente alla repressione di atti illeciti.