Dopo la polemica a colpi di tweet il circolo Pd di Melendugno sceglie il reggente
domenica 29 marzo 2015

Le dimissioni di Leandro Candido per via delle note vicende personali  e dello scontro verbale a colpi di tweet con il segretario regionale Michele Emiliano hanno portato ieri alla nomina di Luciano Marrocco come reggente fino al prossimo congresso.

Cambia alla guida del circolo Pd di Melendugno: dopo la polemica scoppiata attorno all’ex segretario Leandro Candido e all’incarico della moglie per Tap, maturato a colpi di tweet col segretario regionale Michele Emiliano, si è tenuta una riunione, alla presenza del segretario provinciale Salvatore Piconese, in cui è stata nominato fino al prossimo congresso alla guida del circolo Luciano Marrocco, responsabile di area e membro dell’ufficio politico provinciale.

Quest’ultimo insieme al direttivo rimasto in carica provvederà con tutto il partito a gestire la campagna elettorale per le regionali sostenendo la candidata nella lista del Pd Sonia Petrachi.

Piconese e il circolo hanno espresso unanime ringraziamento all’ex segretario cittadino Leandro Candido per il lavoro fin qui svolto, il quale, in seguito alle note vicende personali ha deciso “opportunamente (si legge testualmente nella nota) di rassegnare le dimissioni dalla carica”.

Durante l'incontro il circolo ha ribadito la sua ferma contrarietà all’individuazione di San Foca come sito per la realizzazione dell’opera Tap.

 

TAG: pd, tap