Lecce, nasce l'"Ex Tamoil": da distributore di benzina a centro per le associazioni
mercoledì 19 novembre 2014
Il progetto, che fa parte della Rigenerazione Urbana, vedrà la luce tra la fine di dicembre e l'inizio del 2015.

Un'ex stazione di servizio da trasformare in un punto di riferimento per le associazioni del quartiere. Un processo significativo, che il Comune di Lecce ha intrapreso insieme al progetto di Rigenerazione Urbana nell'area dell'ex Tamoil di via Leuca.
Il distributore di carburante dismesso, la bonifica e la nuova destinazione d'uso. Per l'ex Tamoil il Comune di Lecce pagherà un affitto simbolico di 200 euro al mese e potrà venire incontro a quelle che sono le esigenze di una zona della città in crescita.

Si tratta di 100 metri quadrati nei quali dovrebbero trovare "casa" più iniziative, senza alcun cambio volumetrico, ma semplicemente riassettando la struttura esistente. "Con piccoli lavori interni - spiega l'architetto Juri Battaglini dell'associazione Lua - dovremmo collegare le stanze che ospiteranno diversi progetti interessanti. Ci sarà la sartoria popolare, l'officina di riuso per i computer, il centro anziani, e lo sportello generazionale, dove giovani e anziani metteranno a disposizione il loro tempo per uno scambio reciproco. Inoltre, alle spalle della struttura, avremo un giardinetto di circa 150 metri quadrati completamente utilizzabile per organizzare incontri o proiezioni all'aperto durante la bella stagione. L'ex Tamoil diventerà così un presidio per un quartiere che non ha punti di riferimento in quanto a edifici di proprietà pubblica".

Quella di riutilizzare spazi abbandonati per creare luoghi a servizio dei cittadini potrebbe essere una pratica da portare avanti. A confermarlo, l'assessore all'Urbanistica del Comune di Lecce Severo Martini: "Questo è solo il capofila di una serie di interventi di riacquisizione di alcune location cittadine che possono essere utilizzate per vari scopi. L'ex Tamoil sarà la sede ideale per mettere in atto una serie di progetti legati alle associazioni locali e servirà per facilitare lo scambio di idee tra cittadini. E il fatto che prenda vita in un'ex area di servizio ha un significato importante".

La stessa idea potrebbe quindi - secondo gli amministratori - interessare anche altre aree della città; come, ad esempio, i rifugi antiaerei della seconda guerra mondiale, oggi passati dal Demanio nelle mani del Comune e in attesa di una nuova destinazione d'uso. Gli spazi dell'ex Tamoil sono già utilizzabili, ma per la vera e propria inaugurazione bisognerà attendere la fine di dicembre o, al più tardi, l'inizio del nuovo anno.

agab