Minibus a metano e corsi da sub per non vedenti: parte dal Salento la rivoluzione delle aree protette
giovedì 16 gennaio 2014

Valorizzare e promuovere le aree protette: è l'obiettivo del progetto comunitario "Epa - Environmental Park", che coinvolge Provincia di Lecce (ente capofila), Provincia di Bari, Provincia di Brindisi, Region of Epirus, Region of Western Greece e Region of Ionian Islands.

Il progetto si prefigge di migliorare la fruibilità dei Parchi e delle Aree Protette presenti nei territori dei partner di progetto, attraverso la realizzazione di interventi infrastrutturali e la creazione di percorsi storico-archeologici. Di promuovere la mobilità sostenibile all'interno e tra le aree protette dei territori partner, attraverso l'acquisto di minibus a metano per il trasporto dai centri urbani alle aree protette e, attraverso l'uso della bicicletta, all'interno delle aree protette stesse. Il progetto prevede anche l'acquisto di veicoli elettrici alimentati da pannelli solari per la mobilità tra le aree. È prevista anche la realizzazione di un corso di formazione destinato a guide e istruttori subacquei per l'immersione dei non vedenti. Il corso sarà organizzato dall'area marina protetta di Porto Cesareo e destinato ai diving center situati nelle zone delle aree protette (tutte costiere), e verrà replicato dalla Regione delle Isole Ionie. L’obiettivo è anche quello di destagionalizzare il turismo.

A presentare contenuti e finalità sono intervenuti il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e l'assessore provinciale al Turismo e marketing territoriale Francesco Pacella.