Attentato a Roberto Marti, solidarietà dal centrodestra
mercoledì 11 dicembre 2013

Tanti messaggi da parte degli esponenti politici al parlamentare di Forza Italia dopo l’incendio dell’auto della moglie.

Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone: “Siamo di fronte all’ennesimo, vile e inaudito gesto intimidatorio ai danni dell’on. Roberto Marti, colpevole solo di essere da sempre fortemente impegnato a favore di Lecce e del Salento. Come sindaco non posso che essere fortemente preoccupato per questo gesto, avvenuto peraltro in pieno giorno. Sono sicuro che le forze dell’ordine, sempre in prima linea per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica in città sapranno dare un volto, in tempi brevi, agli autori di questo inquietante episodio. Così come sono certo che l’amico Roberto saprà continuare la sua azione politica e amministrativa per cercare di venire incontro alle esigenze di tanti leccesi che vedono in lui un concreto punto di riferimento. A Roberto e a sua moglie va la mia sincera solidarietà”.

L’assessore al Bilancio del Comune di Lecce, Attilio Monosi: “Noi amministratori siamo sempre in prima linea per affrontare e cercare di risolvere i problemi della gente, spesso impossibilitati a dare risposte confortanti perché costretti a fare i conti con i drastici tagli del governo centrale. Capisco bene, dunque, l’amarezza e la preoccupazione che in questi momenti prova l’amico Roberto ma sono certo che nonostante l’ennesimo atto intimidatorio subito proseguirà con maggiore lena la sua azione politico-amministrativa. All’amico Roberto e ai suoi familiari va  tutta la mia solidarietà”.

Il consigliere provinciale Mino Frasca: “Esprimo piena solidarietà all’amico Roberto Marti ed alla sua famiglia. Mi auguro che gli organi competenti provvedano al più presto a mobilitarsi nelle indagini per trovare gli autori di gesti così deplorevoli e vigliacchi. Noi dal canto nostro dobbiamo andare avanti nel percorso che abbiamo scelto con la passione di sempre e dimostrare con i fatti che atti di questo peso non possono bloccare chi crede di operare nel rispetto dei ruoli e della legalità.

L’assessore provinciale Filomena D’Antini Solero: “Esprimo piena solidarietà all’onorevole Roberto Marti. Mi auguro che gli organi competenti provvedano al più presto a mobilitarsi nelle indagini per trovare gli autori di gesti così deplorevoli, che hanno come matrice la volontà di ledere la serenità di chi è impegnato quotidianamente sul territorio provinciale e nazionale nello svolgimento di attività politico amministrativa.

Il presidente del Gruppo regionale Udc Salvatore Negro: “Un fatto grave e inquietante sul quale auspichiamo che le Forze dell’Ordine possano fare chiarezza in tempi rapidi e assicurare alla giustizia i responsabili. Tra l’altro non è il primo episodio di intimidazione che si verifica, nel giro di poco tempo, ai danni del parlamentare salentino. Siamo certi che l’onorevole Marti non fermerà il proprio impegno in seguito all’accaduto e continuerà la sua attività politica con lo stesso entusiasmo di sempre. A nome personale e del Gruppo Udc esprimo piena solidarietà e vicinanza al parlamentare Roberto Marti”.

Il consigliere Giuseppe Maroccia e il Gruppo consiliare Nuova Primavera di Surbo: “Avendo appreso solo poche ore fa quanto accaduto, esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza all’Onorevole Roberto Marti per il vile gesto subìto. I consiglieri del gruppo consiliare ed in particolar modo il Capogruppo Giuseppe Maroccia ed Antonio Cirio, esprimono in modo compatto e sonoro la propria vicinanza all’Onorevole Roberto Marti ed alla sua famiglia. Non è ammissibile quanto accaduto, atti del genere turbano dall’interno non solo l’equilibrio politico, ma anche quello personale, privato e familiare. Ci auguriamo che presto venga fatta chiarezza su quanto accaduto.

I consiglieri Mirella Bianco, Dell’Angelo Custode Cosimo ed Alessandro Presta e tutto il direttivo del comparto Forza Italia Nardò: “Piena solidarietà all’onorevole Roberto Marti ed alla sua famiglia. Lascia attoniti quanto accaduto. In un periodo come questo non è facile operare attivamente nel mondo politico, ma ci auguriamo che atti come quello accaduto non ledano l’entusiasmo e la passione che hanno caratterizzato l’impegno dell’onorevole Marti negli anni”.