Offese razziste su Facebook, il prefetto ad Andrano incontra i consiglieri comunali
martedì 15 ottobre 2013
Dopo la bufera per il post pubblicato dal consigliere Graziano Accogli lo scorso agosto, il prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta è intervenuta durante l’assise.

“Occorre essere accorti e moderati. Soprattutto se le dichiarazioni provengono da un rappresentante della comunità”. Non ha dato adito a dubbi l’intervento del prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta invitata ad Andrano a partecipare ad un consiglio comunale monotematico su quanto accaduto lo scorso agosto.

Le offese a sfondo razzista del consigliere Graziano Accogli postate su Facebook fecero il giro d’Italia: “Ennesimo episodio. Un bastardo romeno ha ucciso un ragazzino in Calabria. La Romania è la bestia nera dell'Europa x l'Italia. Chiudiamo le porte e rispediamoli a casa tutti”.

Il sindaco Carmine Pantaleo ha condannato l’episodio, evidenziando allo stesso tempo le attività svolte dalla comunità andranese circa l’integrazione delle persone.

Dopo l’intervento del Prefetto che ha mostrato anche due articoli di giornale sull’immigrazione risalenti al 1919, è intervenuto il consigliere Graziano Accogli che ha espresso dispiacere per quanto successo, sottolineando però la strumentalizzazione mediatica ricaduta sulla sua persona: “Non si è trattato di un post razzista perché avrei scritto lo stesso per un cittadino italiano".

Al termine della seduta è stato approvato un documento votato all'unanimità.