Fermato con 1500 euro in tasca, poi in casa spunta la droga: arrestato 20enne
mercoledì 11 settembre 2013
Un 20enne è stato arrestato ieri a Lecce per detenzione ai fini di spaccio: il giovane aveva 1500 euro in tasca e marijuana nascosta in diversi punti della sua abitazione.

In tasca, aveva 1500 euro in contanti: questo il motivo che ha insospettito e spinto gli agenti di polizia a proseguire con il controllo.
Luca Micalella, 20 anni, originario di San Cesario, è stato fermato ieri dagli operatori delle volanti, durante un controllo nella zona 167 di Lecce.
Il giovane, apparso subito molto agitato per la presenza delle forze dell'ordine, non ha saputo fornire una spiegazione credibile per giustificare la presenza di tutti quei soldi in tasca. E così, gli agenti hanno voluto vederci chiaro e hanno esteso il controllo anche all'abitazione del 20enne.

Nella stanza da letto di Micalella sono stati trovati in uno zaino 16,2 grammi di marijuana, due bilancini di precisione, tre coltelli di 13, 15 e 20 centimetri; sulla scrivania, altri 17 grammi di marijuana divisi in tre confezioni e 4,2 grammi di hashish. E poi, altri contanti, anche in un pacchetto di sigarette, per un totale di 400 euro.
Il giovane è stato quindi arrestato e condotto al carcere di Borgo San Nicola con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.