Lecce2019, un salto verso la candidatura: ecco il nuovo sito web
mercoledì 11 settembre 2013
Campagna di comunicazione al via per promuovere la candidatura di Lecce a Capitale della Cultura. Nuovo sito web e nuova veste grafica.

Una nuova veste grafica e un nuovo sito web per promuovere la candidatura di Lecce capitale della cultura 2019. Lecce tenta il balzo a partire dalla propria immagine e presenta i primi risultati della campagna ideata e coordinata dal laboratorio di comunicazione Big Sur e dal team di Lecce2019, coordinato da Airan Berg e diretto da Raffaele Parlangeli. Frutto di un lavoro di ascolto del territorio intrapreso in 5 mesi di attività del Comitato, ha portato all'elaborazione di strategie e strumenti, tra cui il nuovo sito web (www.lecce2019.it), funzionali a supportare il processo di candidatura.

Più che una campagna di comunicazione vuole essere un ‘laboratorio del cambiamento’, l’avvio di un percorso che, partendo dalla candidatura di Lecce a Capitale della Cultura 2019, invita a riflettere, a mettere in circolo le idee, a guardarci dentro per Reinventare Eutopia (lo slogan coniato dallo staff di Lecce2019) partendo da noi stessi.

“Oggi, a pochi giorni dalla presentazione del Bid Book, la campagna di comunicazione è finalmente l’immagine, lo specchio, di quanto è stato fatto e di quanto si farà” spiega l'amministrazione. “Nell’ottica della partecipazione e della condivisione che ha mosso l’intero processo, la nuova campagna, denominata 2019 IDEE, diventa uno strumento che lavora con e per la comunità, uno spazio aperto di discussione finalizzato alla raccolta di proposte, idee ed esperienze, una scrittura collettiva in cui emergono sogni, desideri, necessità, urgenze di un territorio”.

“2019 IDEE è quindi un invito ai cittadini di Lecce e Brindisi e delle loro province a mettere in circolo le idee” continuano “per attivare nuovi meccanismi di sviluppo e governance del territorio per la costruzione di un'utopia possibile. Una palestra di democrazia in corso, che corre per le strade e sul web, dove tutti possono dare il proprio contributo”.

Proprio nel segno della partecipazione, il simbolo della campagna è una cartolina vuota che invita a lasciare un segno: uno spazio bianco dove esprimere la propria visione della città attraverso disegni, commenti, suggerimenti per reinventare un territorio.

La nuova campagna si avvale di differenti strumenti. Oltre che partecipare agli incontri organizzati nell’ambito delle “Zone della Curiosità”, i cittadini possono informarsi sugli sviluppi della candidatura visitando il nuovo sito internet (www.lecce2019.it), interagire attraverso i più comuni social network – Facebook, Twitter, Instagram – o accedere direttamente al sito di 2019 IDEE (www.ideeperlecce.it), un sistema sociale per la raccolta e la condivisione di idee e proposte organizzate per aree tematiche. Lo strumento, progettato e sviluppato da PugliaService vuole diventare una vera e propria ‘banca delle idee’ accessibile a tutti.

A singoli cittadini, musicisti, imprenditori, artisti, ricercatori di origine pugliese che si sono distinti nei loro ambiti di competenza a livello nazionale e internazionale è stato chiesto, invece, di diventare “ambasciatori” di Lecce2019, attraverso un patto di fiducia reciproco e un impegno morale che ha come obiettivo quello di diffondere questa candidatura e la sua mission. Sul nuovo sito, nella sezione multimedia, si possono ascoltare le loro interviste curate da Imovepuglia.it

Rompere gli schemi, avere il coraggio di mettersi in gioco per cambiare il punto di vista. È questo lo spirito con cui si sta lavorando per Lecce2019.

Questa candidatura vuole essere come un salto verso il cambiamento, uno stimolo a spostare i punti di vista, rompere la routine, lasciar cadere le zavorre di idee precostituite e la rigidità del pensiero per andare incontro all'inatteso passando anche attraverso il gioco e la curiosità. La stessa curiosità che ha ispirato la nuova campagna di comunicazione che ritrae il Comitato e il team di Lecce2019, a iniziare dal presidente, il sindaco Paolo Perrone, nell’atto di saltare.

Una menzione merita, poi, il progetto “Luoghi dell’Utopia” una serie di reportage a cura della fotografa Alessia Rollo, di cui i primi due già pubblicati sul nuovo sito internet. Il progetto che si propone di dare visibilità ai ‘tesori nascosti’ e alle infinite potenzialità del territorio, indaga spazi, relazioni, progetti e immaginari utili a solleticare i sogni di tutti noi.